Autore:
Danilo Chissalè

BECCATI! Settimana scorsa vi abbiamo dato in antemprima la notizia di una particolare versione di Suzuki GSX-R1000 realizzata in fibra di carbonio ad uso racing. Le nostre indagini sono iniziate da una foto intercettata sulla pagina Facebook di Suzuki. Vi abbiamo dato qualche dettaglio interessante, ma si poteva fare di più, ci siamo dunque messi alla ricerca di questa speciale Gixxer e alla fine l'abbiamo beccata! A Cremona durante dei test privati. Molte informazioni le abbiamo scoperte e... contianuate a leggere l'articolo per scoprirle, le più sensibili, però,  rimangono altamente top secret. Per sapere di più dovremo aspettare il suo esordio a EICMA 2018, in programma dal 6 all’11 novembre prossimo.

PRIMI INDIZI Nonostante le bocche cucite, grazie alle foto presenti nella nostra gallery e al sopralluogo presso il circuito di Cremona, siamo in grado di anticiparvi qualche indiscrezione. La base sarà quella conosciuta della GSX-R1000R, protagonista del nostro confronto in strada e pista con la Ducati Panigale V4S, impreziosita (e alleggerita) dalle carene in fibra di carbonio caratterizzate da una livrea dedicata. Non mancano gli accessori, spesso protagonisti di queste edizioni speciali, come il paraleva per il freno anteriore e la leva frizione regolabile di tipo racing.

TRACK ONLY Se guardate con attenzione la foto potrete scovare un dettaglio particolare, proprio al entro del cupolino. Non vi sembra strano quel faro? sembra un po' posticcio, quasi un adesivo. In effetti lo è, mettetelo insieme ai tanti dettagli racing, alle carene in carbonio e traetene le conclusioni. La nuova GSX-R1000R in carbonio sarà un'arma da circuito, come la HP4 di BMW per intenderci. Le indiscrezioni promettevano l'utilizzo di componentistica al top e, dopo averla vista, non possiamo fare a meno di confermare: scarico Yoshimura completo R11, forcella Ohlins accoppiata al monoammortizzatore Ohlins TTX GP, gomme Dunlop KR slick in misura 125/80 all'anteriore e 205/60 al posteriore finendo con la pompa Brembo RCS Corsa Corta, prima moto a montarla di primo equipaggiamento, che ha vinto il ballottaggio con la RCS standard.

OTTIMISMO Le nostre fonti ci avevano confidato ottimismo dopo il test tenutosi a Misano, dicendo che la nuova GSX-R in carbonio era già in grado di staccare tempi di rilievo. Incuriositi ci siamo appostati e abbiamo cronometrato qualche giro rimanendo positivamente impressionati: 1.26 alto, non troppo distante dal best lap del circuito. L'intenzione sembra quella di far gareggiare una corposa truppa di GSX-R 1000 nel CIV (Campionato Italiano Velocità). Il costo della moto è ancora da definire, ma potrebbe essere compreso tra i 30.000 e i 40.000 euro. Ancora nessuna indiscrezione sulla potenza e le specifiche del motore. Vi terremo aggiornati.   

AGGIORNAMENTO Niente sigle, la nuova moto da pista allestita su base GSX-R1000R si chiama Suzuki Ryuyo: clicca qui per tutte le informazioi e le foto ufficiali su potenza, peso, caratteristiche, componentistica, prezzo e la speciale modalità di vendita.

 


TAGS: suzuki Suzuki italia novità suzuki eicma 2018 nuova suzuki gsxr suzuki gsxr carbonio suzuki gsxr1000r suzuki gsxr1000r nuova