Eicma 2018 top 4 novità enduro: Tenere, 790 Adventure e le altre
Confronto moto

Eicma 2018 confronto enduro: specialistiche o versatili?


Avatar di Danilo Chissalé , il 15/11/18

2 anni fa - Confronto enduro stradali Eicma 2018: qual è la migliore?

Tante enduro presentate a Eicma 2018. Meglio Yamaha Tenéré e Ktm 790 Adventure R o Moto Guzzi V85TT e Kawasaki Versys?

Benvenuto nello Speciale EICMA 2018, composto da 100 articoli. Seleziona gli articoli di tuo interesse cliccando il sommario EICMA 2018 qui sopra, oppure scorri a fondo pagina la panoramica illustrata dell'intero speciale!

TREND COSTANTE La scorsa edizione di Eicma si era conclusa con un trend chiaro nella mente di tutti: le enduro, che siano esse stradali, specialistiche, di grossa o media cilindrata piacciono molto ai motociclisti del Belpaese e non solo. Il trend si è riconfermato anche quest’anno con il bagno di folla presso gli stand che esponevano moto dalla vocazione turistica e, ancor meglio, avventuriera. Le star di quest’anno sono la Yamaha Tenéré 700 e la KTM 790 Adventure, ma anche la nuova Kawasaki Versys 1000 e la Moto Guzzi V85TT si sono ben difese.

LE SPECIALISTICHE La voglia di Rally Raid è tanta nel cuore degli appassionati e le nuove Tenéré 700 e KTM 790 Adventure non fanno altro che aumentarla esponenzialmente. Entrambe si presentano al pubblico con specifiche adatte ad affrontare la buona come la cattiva strada, entrambe privilegiano il peso contenuto e l’agilità alla potenza bruta delle maxi enduro. La Yamaha è solo così: ruota da 21”, cerchi a raggi calzati da pneumatici tassellati Pirelli, sella piatta e strumentazione in stile Parigi-Dakar. La KTM risponde con due versioni una più stradale, l’altra, la R, con dotazione specialistica incline all’off-road. l’escursione della forcella arriva a 240 mm su entrambi gli assi così come la sezione degli steli che passa da 43 mm a 48 mm, aumenta l’altezza da terra e gli pneumatici si fanno tassellati.

KTM 790 Adventure R KTM 790 Adventure R

VEDI ANCHE



LE VERSATILI A fare da contraltare alle moto orientate all’avventura ci sono la Moto Guzzi V85TT, a suo agio sia su asfalto che fuori e la nuova Kawasaki Versys 1000, che di fuori strada non ne vuol sentire parlare ma datele benzina e vi porterà per le strade (rigorosamente asfaltate) di tutto il mondo. La prima ha stile vintage ma dotazione tecnologica da 21° secolo accompagnata da un motore inedito ma iconico: il bicilindrico a V trasversale. La seconda mantiene invariato il potente quattro cilindri in linea e modifica la ciclistica e le sovrastrutture per rimanere al passo coi tempi e con la concorrenza agguerrita di un segmento affollatissimo.

Yamaha Tenere 700 Yamaha Tenere 700

QUALE SCEGLIERE? Le carte sono in tavola, qual è la migliore? La scelta è molto soggettiva e varia in base all’utilizzo che si sceglie di fare della moto. Apprezzabile è l’operazione nostalgia di Yamaha che riporta alla luce un modello che ha scritto pagine di storia, così come Moto Guzzi che reinterpreta una tipologia mettendo in bella mostra il suo DNA. KTM con la sua Adventure mette ordine nella sua gamma e fornisce un ottimo approdo anche ai neofiti del segmento mentre Kawasaki ridà il giusto slancio ad un modello che ha riscosso tanti successi negli anni ma ormai obsoleto rispetto alle rivali.

PAROLA AI CONCESSIONARI Un responso inconfutabile arriverà con i numeri inerenti alle vendite che, nella maggior parte dei casi, inizieranno entro la prima metà del 2019. L’altra grande variabile sarà il prezzo d’acquisto: Yamaha confermerà i prezzi competitivi che la contraddistinguono? Quanto costerà la dotazione specialistica della KTM Adventure R? Lo scopriremo tra qualche mese quando verranno comunicati al pubblico i listini, nel frattempo delle fonti riservate ci informano che Guzzi e Kawasaki attorno ai12.000 euro. Gente… preparate gli assegni.


Pubblicato da Danilo Chissalè, 15/11/2018
Gallery
eicma 2018
Logo MotorBox