Autore:
Luca Cereda

L'ALTERNATIVA Se Eicma 2018 doveva essere il salone delle moto sportive, e lo è stato, questa Kymco SuperNEX proprio non ce l'aspettavamo. Un po' perché è quanto di più distante possibile da ciò che Kymco ci ha proposto fino ad oggi. Un po' perché, nel suo essere una moto elettrica – seppur allo stadio di prototipo- è un caso sui generis.

HA SPRINT Ha un cambio da “moto vera”, a sei marce, frizione antisaltellamento e fa rumore: un generatore acustico multi frequenza regolabile su quattro parametri. Niente male le prestazioni dichiarate: Kymco SuperNEX accelera da 0 a 100 km/h – dice il CEO Allen Ko – in 2,9 secondi, che diventano 7,5 al traguardo dei 20 km/h e 10,9 secondi quando la lancetta tocca i 250 km/h.

IONEX Non c'è, tuttavia, una vera e propria scheda tecnica che ce la presenti nel dettaglio. La sua predisposizione alla produzione in serie, in questo momento, passa in secondo piano rispetto a ciò che questa superbike rappresenta. Ovvero, un altro passo concreto verso la mobilità elettrica che Kymco sta spingendo attraverso il progetto Ionex.


TAGS: eicma 2018 eicma 2018 kymco kymco supernex