Autore:
Danilo Chissalè

CILINDRATA DIMEZZATA A Eicma 2018 l’italiana Benelli porterà alla ribalta anche la nuova TRK 251: linee fedelmente sovrapponibili alla sorellona di successo TRK 502 con metà della cilindrata. Riuscirà la piccola 251 a ricalcare le orme della maggiore? Lo scopriremo tra qualche tempo, nel frattempo analizziamo nel dettaglio come è fatta in questo video live dallo stand Benelli a Eicma 2018.

MONOCILINDRO Il cuore pulsante della TRK 251 è un monocilindrico quattro tempi raffreddato a liquido a doppio albero in testa da 250 cc, lo stesso utilizzato sulla naked BN251. I 24,5 cv a 9.000 giri/min e la coppia massima di 21 Nm erogati dal motore rendono la TRK 251 una valida opzione per i neo patentati A2 come per chi allo scooter non si vuol concedere.

CICLISTICA La nuova TRK 251 è simile a quella “grande” anche nello scheletro. Il telaio è un traliccio in tubi di acciaio, accoppiato a una forcella a steli rovesciati da 41 mm e a un monoammortizzatore con escursione di 51 mm. L’impianto frenante, controllato dall’ABS, prevede un disco da 280 mm all’anteriore morso da una pinza radiale a quattro pistoncini mentre al posteriore il disco misura 240 mm con pistoncino singolo.

E NON FINISCE QUI La piccola TRK 251 arriverà nei concessionari in primavera, sarà disponibile in rosso, bianco e nero. Il prezzo non è ancora stato dichiarato ma ci aspettiamo che si attesterà attorno ai 4.000 euro. Ma le novità non finiscono qui, Benelli è pronta a far arrivare sul mercato anche una versione 125 cc adatta ai sedicenni.


TAGS: benelli trk 251 eicma 2018 benelli eicma 2018