Autore:
Danilo Chissalè

IL RITORNO Alzi la mano chi si chiede che fine abbiano fatto le sportive 600. Beh, stanno tornando! Kawasaki ha presentato poche ore fa la mitica Ninja 636 in versione 2019: sportiva che ha fatto girare la testa di molti smanettoni, all’anagrafe registrata come ZX-6R 636. Noi ci prendiamo confidenza e la continuiamo a chiamare Ninja 636… toh!

NUOVO MOTORE La momentanea uscita dai listini è da imputarsi alla mancanza dei requisiti per ottemperare alle normative anti inquinamento Euro4. La nuova 636 torna con un motore più attento all’ecosistema ma sempre dotato della giusta grinta per suscitare tumulti nei cuori dei motociclisti dal ginocchio a terra: 130 cv (136 con il Ram Air) e maggior coppia ai bassi regimi. Accoppiato ad esso ci sarà il cambio KQS (Kawasaki Quick Shifter), il traction control e la possibilità di selezionare due mappature. Il peso? In ordine di marcia 196 kg.

TELAIO E CICLISTICA OK Per quanto riguarda lo scheletro della nuova Ninja 636 non ci sono particolari novità da segnalare: interasse di 1.400 mm, telaio a doppio trave in alluminio e forcella da 41 mm brandizzata Showa SFF completamente regolabile così come il mono ammortizzatore posteriore. L’impianto frenante da 310 mm all'anteriore, ora è più raffinato grazie all’adozione del KIBS che utilizza, oltre aisensori di velocità delle ruote anteriori e posteriori dei tradizionali sistemi ABS, le informazioni relative alla pressione idraulica della pinza anteriore e di quelle rilevate dalla centralina del motore (quindi apertura delle valvole a farfalla dell'alimentazione, giri motore, azionamento della frizione e marcia inserita). La scelta delle gomme è ricaduta sulle sportive Bridgestone Battlax Hypersport 22.

ESTETICA RINNOVATA A colpo d’occhio è possibile apprezzare anche un cambiamento, seppur non radicale, nelle linee che uniscono gli stilemi della nuova Ninja 400 con quelli della pluripremiata ZX-10R. Il cupolino offre ora maggior riparo dall’aria, dietro di esso si trova la nuova strumentazione mista analogico/digitale, quest’ultimo ampio e ricco di informazioni. Nuovi anche i fari full LED. Farà storcere il naso ai puristi delle linee il terminale di scarico dalle dimensioni generose che, scommettiamo, sarà il primo componente ad essere sostituito con uno aftermarket. Curiosa la scelta di dotare una sportiva di una presa a 12 V. Arriverà nei concessionari a gennaio 2019 nelle colorazioni Lime Green / Ebony / Metallic Graphite Gray o  Metallic Spark Black / Metallic Flat Spark Black. Per conoscere altri dettagli e vederla più da vicino, non perdetevi il nostro video live da Eicma 2018. 


TAGS: kawasaki ninja 636 kawasaki ninja kawasaki eicma 2018 kawasaki zx-6r 2019 kawasaki zx-6r 2019 caratteristiche eicma 2018 kawasaki