Eicma 2018 | Video live

Eicma 2018, MV Agusta Brutale 1000 Serie Oro. Per pochi... [VIDEO]


Avatar di Lorenzo Centenari , il 06/11/18

2 anni fa - Una moto da corsa per uso su strada, la Brutale Serie Oro. Il video

Il quattro cilindri aspirato ha una potenza di 208 cv a 13.450 giri e una coppia di 115,5 Nm. La MV Brutale Serie Oro in video

Benvenuto nello Speciale EICMA 2018, composto da 100 articoli. Seleziona gli articoli di tuo interesse cliccando il sommario EICMA 2018 qui sopra, oppure scorri a fondo pagina la panoramica illustrata dell'intero speciale!

GOLD SUPERBIKE Dalla pista alla strada il passo è breve, specie quando tra i reparti il dialogo è costante e costruttivo. E così la F4 RC che combatte nel Mondiale Superbike passa tutto il suo know-how agli ingegneri di prodotto: nuova MV Agusta Brutale 1000 Serie Oro, star MV ad Eicma 2018, è in tutto e per tutto una moto da corsa omologata per uso civile. Potenza, ma anche elettronica e ciclistica: qui ogni aspetto è al top, per non dire addirittura superiore all'alterego da competizione... 

NUDA E CRUDA Già, perché la strada ha un codice severo, e in Brutale 1000 Serie Oro (produzione limitata a 300 unità) convivono valori da prototipo da corsa e parametri antinquinamento e anti-rumore perfettamente in linea con gli standard normativi. Il 4 cilindri MV sprigiona 208 cv a 13.450 giri (212 cv a 13.600 giri con centralina e scarico SC-Project), la coppia misura 115,5 Nm. Ecco a voi uno dei propulsori moto ad alimentazione atmosferica più potenti di sempre. Anzi: con 300 km/h abbondanti di velocità, ecco a voi (senza se e senza ma) la naked più potente del mondo.

ALTA INGEGNERIA Pillole di tecnica motore: le valvole radiali ora scorrono attraverso nuove guide e si aprono su una camera di combustione interamente riprogettata. Rivisti anche gli alberi a camme, con alzate e fasature diverse sia lato aspirazione, sia lato scarico. I pistoni sfruttano segmenti Asso a basso attrito per migliorare performance ed efficienza, mentre l’albero motore è stato riprogettato da zero e ricalibrato per limitare al massimo vibrazioni e assorbimenti di potenza ai regimi elevatissimi a cui è chiamato a funzionare. Tutto nuovo anche l'airbox: l’utilizzo di speciali risuonatori ha consentito di rinunciare al sistema TSS (cornetti ad altezza variabile), riducendo di 1 kg il peso del motore.

VEDI ANCHE



BRUTALE MA FLUIDA Speciale anche l'impianto di lubrificazione: proprio dalle competizioni arriva il sistema a “splitter”, tecnica a carter "semisecco" che separa l’olio dagli organi in movimento, che è insensibile alle condizioni di marcia (pieghe e impennate), che in definitiva assicura sempre la lubrificazione ideale e contribuisce a ridurre gli attriti.

ELETTRONICA La centralina è sviluppata in collaborazione con Eldor: il sistema Full Ride by Wire multimappa e la piattaforma inerziale IMU (controllo di trazione regolabile su 8 livelli e disinseribile, anti wheelie a due canali, attivo o non attivo) avvicinano più che mai la dinamica di guida di Brutale 1000 Serie Oro a quella di una vera Superbike. La centralina comanda poi anche forcella Öhlins, fissata a piastre di sterzo progettate ex-novo, monoammortizzatore Öhlins TTX36 e ammortizzatore di sterzo. Launch control e cambio elettronico EAS 2.0 Up&Down, attivo sia in salita sia in scalata, chiudono il quadro di una gestione elettronica capolavoro.

UN FRENO ALLA POTENZA L’attento studio aerodinamico volto a migliorare la deportanza è evidente dai profili alari applicati ai lati del radiatore. Allo stato dell’arte è infine l’impianto frenante: nuove pinze Brembo Stylema accoppiate a dischi flottanti da 320 mm, gestione elettronica affidata ad ABS Bosch 9.1, il più compatto e leggero sul mercato. Di serie, Brutale 1000 Serie Oro monta anche sensori di rilevamento pressione pneumatici e catena Gold Racing.

FIBRA DA CAMPIONE Brutale non è solo potenza ma anche leggerezza (184 kg a secco) e stile artistico. I cerchi in fibra di carbonio trattati con una speciale vernice trasparente con pigmento rosso contribuiscono a ridurre al minimo le masse non sospese, e in carbon fiber è anche il rivestimento del codino. La presenza di un filo di rame anodizzato rosso nella trama del carbonio rende unico l’impatto visivo e contribuisce a migliorare la rigidezza della struttura. Faro full LED, serbatoio e sella sdoppiata di lavorazione artigianale e codino sono stati disegnati e ingegnerizzati ad hoc.

MV ON FIRE Richiami al passato, ma anche modernità: tutte le funzioni fanno capo al cruscotto TFT a colori da 5 pollici a sbalzo sul serbatoio, la connessione Bluetooth con lo smartphone consente di gestire chiamate in ingresso, messaggi e musica. Chiudiamo con una nota di "colore": la livrea rosso fuoco con finitura opaca crea un esclusivo effetto metallico molto simile all’anodizzazione. È il tocco di classe definitivo.


Pubblicato da Lorenzo Centenari, 06/11/2018
Gallery
eicma 2018
Logo MotorBox