Autore:
Lorenzo Centenari

SUV FACTOR Se un prodotto tira, meglio abbondare che non centellinare. Il concetto di crossover spopola, ecco allora che Mazda attizza il fuoco con altra legna, e di prima qualità. Al Salone di Ginevra 2019, un nuovo Suv compatto completa la gamma a guida alta della Casa di Hiroshima. Si chiama CX-30, e in termini di dimensioni si colloca tra i preesistenti CX-5 e CX-3. È infatti lungo 4 metri e 40, la taglia cioè che nei negozi va esaurita più rapidamente. 

FOTOMODELLO Lo stile attinge dalle forme di nuova Mazda 3, percorrendo quindi lo squisito Kodo Design di ultima generazione. Proporzioni armoniche da Suv compatto ultima moda e fari posteriori a sviluppo orizzontale con motivo circolare a Led. Parafanghi robusti, frontale pulito, elegante, movimentato. 

ARREDAMENTO L’abitacolo di Mazda CX-30 è di una elegante fluidità. Grande attenzione è stata prestata a ogni dettaglio, dalla scelta dei materiali al miglioramento di integrazione e finitura, per creare uno spazio interno veramente raffinato, di qualità superiore. La struttura combina un posto di guida comodo e raccolto, ma anche un arioso e ordinato spazio aperto attorno al passeggero anteriore. Il cockpit è simmetrico e ben centrato sul conducente, con tutti e tre gli strumenti nel quadro e il display centrale correttamente angolati verso il posto di guida. 

ALL'AVANGUARDIA Dal Giappone ci comunicano inoltre come il nuovo sport utility sia progettato per ospitare in pancia propulsori sia a gasolio, sia a benzina con tecnologia Skyactiv X dall'accensione per compressione (formula SPCCI, acronimo per Spark Plug Controlled Compression Ignition). Completo anche il pacchetto di sicurezza attiva. CX-30 farà breccia.


TAGS: mazda mazda skyactiv-x ginevra 2019 mazda suv compatto mazda ginevra 2019 mazda cx-30