Autore:
Giulia Fermani

NUOVA NUOVA In occasione del Salone di Ginevra 2019 la casa di Wolfsburg ha portato al debutto una nuova Dune Buggy elettrica in forma di concept. Volkswagen ID. BUGGY (lunga 4.063 mm, larga 1.890 mm e alta 1.463 mm) è una 2 posti, ma potrebbe anche essere convertita in una ID. BUGGY a 2+2 posti. A differenza delle quattro concept car precedenti, ID. (segmento compatto), l’ID. BUZZ (monovolume), la ID. CROZZ (SUV) e la ID. VIZZION (berlina), sulla BUGGY si è scelto di non integrare sistemi per la guida autonoma. 

FASCINO VINTAGE Negli anni '60, in special modo in California, andavano di moda le Dune Buggy, realizzate principalmente su base Beetle. Ora le Dune Buggy tornano nel terzo millennio grazie alla mobilità elettrica. Sotto il prototipo in mostra a Ginevra si trova il pianale MEB, piattaforma utilizzata da Volkswagen per equipaggiare le sue automobili a zero emissioni e, integrata nel sottoscocca, una batteria ad alta tensione agli ioni di litio che alimenta un motore elettrico da 204 cv. Avendo scelto di rinunciare a un tetto fisso e alle porte, l'abitacolo è realizzato in materiali impermeabili mentre la carrozzeria, autoportante, è costituita da una struttura composita di alluminio-acciaio-plastica. Grazie alla sua struttura modulare, la parte superiore della carrozzeria può essere staccata dal telaio MEB. La sua linea molto caratteristica, alta da terra 240 mm, scorre sulle ruote con cerchi da 18 e pneumatici offroad e, all'interno, cockpit completamente digitale.

 

 


TAGS: volkswagen ginevra 2019 Volkswagen ID. BUGGY