Autore:
Marco Rocca

COME UNA F1 Il panico serpeggia, una valchiria è scesa dal Valhalla e cavalca armata tra i padiglioni del Salone di Ginevra. Allo stand Aston Martin, ecco il concept di un veicolo fuori dall'ordinario, per non dire ultraterreno. Il progetto Valkyrie, hypercar a propulsione ibrida dalla potenza di 1.176 cv e 900 Nm di coppia, nasce con uno scopo e uno soltanto: completare un giro di pista con lo stesso tempo di una monoposto di Formula 1. Del resto, quando dietro si nasconde la mano di un certo Adrian Newey, le aspettative non possono che essere altissime. Realizzata in collaborazione col team Red Bull, la Valkyrie stima di poter completare un lap al Nurburgring migliorando la già stupefacente performance della Porsche 919 Evo. Guarda il video live.

QUASI UNO A UNO Il rapporto peso/potenza di 1:1 è un valore quasi mitologico pe il mondo dell'auto. La Valkyrie ci va davvero vicino, perché Aston Martin ha dichiarato le specifiche tecniche del motore che spingerà la sua straordinaria hypercar, un V12 aspirato da 6,5 litri con un angolo tra le bancate di 65°, per una potenza di 1.014 cv e 740 Nm di coppia massima. Il regime di rotazione massimo è di 11.100 giri/min, soglia solitamente dove osano unicamente le automobili da competizione. Raffinati anche i materiali per realizzare questo gioiellino: dal titanio all'alluminio, passando per la fibra di carbonio. Così facendo, si è raggiunto un peso di appena 206 kg, praticamente la metà di quello del V12 di Aston One-77.

BOOST Se pensate che queste siano le specifiche tecniche complessive della Valkyrie, vi sbagliate: si tratta solo di quelle relative al motore termico firmato Cosworth. A Gaydon hanno installato anche un motore elettrico Rimac da 162 cv e ulteriori 280 Nm, così da sublimare una volta per tutte le prestazioni di quella che sembra a tutti gli effetti essere una vettura destinata a riscrivere la storia delle automobili ad elevate prestazioni. Ah, giusto: il peso dell'auto è di appena 1.030 kg.

SDRAIATI Inutile ricordare come l'Aston Martin Valkirye non sia un'auto normale, bensì un concentrato a quattro ruote di soluzioni estreme. Ogni particolare è studiato in funzione della massima efficienza. A cominciare dall'abitacolo: la posizione di guida è strettamente imparentata con quella di una monoposto, con le gambe allungate e rialzate dal pavimento, mentre il volante fitto di comandi permette al guidatore di cambiare le regolazioni dell'auto senza distrarsi, in modo da godere appieno di una esperienza di guida, forse, definitiva.

SOLD OUT La produzione sarà limitata a 150 vetture da strada e 25 da pista. Ovviamente già tutte vendute, a un prezzo (di partenza) di 2,8 milioni di euro.


TAGS: aston martin Aston Martin Valkyrie aston martin red bull ginevra 2019 aston martin ginevra 2019