Autore:
Marco Congiu

IL RECORD Il nuovo record della Porsche 919 Evo al Nurburgring ha fatto scalpore tra gli addetti ai lavori. E se è vero che da un lato si vocifera di una Mercedes di F1 già al lavoro per annichilire il primato della vincitrice 2017 di Le Mans privata dei vincoli regolamentari, è altrettanto vero che c'è chi punta più in alto. Aston Martin, per bocca del Team Principal Red Bull F1 Christian Horner, avrebbe tutto il potenziale per battere il record al Ring della Porsche grazie alla Valkyrie.

L'HYPERCAR L'Aston Martin Valkyrie è un'hypercar realizzata dalla casa inglese in collaborazione con uno degli ingegneri più geniali della storia della Formula 1, l'attuale capoprogettista del Team Red Bull Adrian Newey. La Valkyrie AMR Pro, ovvero nella sua veste più sportiva e performante, è in grado di generare 3,5 G di accelerazione laterale in curva, potendo contare su una velocità massima superiore ai 400 km/h grazie al mostruoso V12 da 6.6 litri. L'auto, poi, è dotata di aerodinamica attiva e una canalizzazione dei flussi che la rende, Newey dixit, pari livello di un'attuale monoposto di Formula 1.

LA SFIDA Non è ancora dato sapere se e quando Aston Martin metterà in moto la sua Valkyrie per tentare di battere il record ella Porsche 919 Evo. Quello che sappiamo, per ora, è che i maggiori costruttori al mondo non sembrano più essere immuni dal fascino dei time attack al Nurburgring. Chissà quando scenderanno in pista anche le glorie italiane per sfidare il record assoluto della Nordschleife che, fino a pochi giorni fa, apparteneva ancora a Stefan Bellof. 


TAGS: aston martin red bull Aston Martin Valkyrie aston martin valkyrie amr pro