Autore:
La Redazione

LUSSO. E BASTA Non è facile entrare per la prima volta in un settore tutto nuovo, nemmeno se ti chiami Rolls-Royce. L'azienda dello Spirit of Ecstasy, però, da anni è al lavoro sul suo primo SUV a seguito delle numerose richieste della sua facoltosa clientela. Finalmente, possiamo ammirare dal vivo lo sport utility che prova a ridefinire il concetto stesso di lusso: la Rolls-Royce Cullinan.

MASTODONTE DI CLASSE Nell'immaginario dei suoi creatori, la Cullinan sarà la Rolls più versatile di sempre, con cui andare in campagna e in montagna senza il minimo problema o incertezza. Le dimensioni sono all'altezza del blasone: lunga 5,34 metri per 2,16 m di larghezza e 1,83 di altezza, la Cullinan ha un passo di 3,29 metri per assicurare agli occupanti il massimo del confort possibile. Lo spazio per i bagagli non manca, con un vano che parte dai 526 litri in configurazione quattro posti fino ai quasi 2.000 con lo schienale abbattuto. Chi non volesse farsi mancare niente, poi, può puntare sulla Cullinan View Suite: si tratta di due sedute in pelle con tanto di tavolino da cocktail.

FANTASMA DELL'OPERA La piattaforma su cui è costruita la Cullinan è l'Architecture of Luxury: totalmente in alluminio, è condivisa con l'ottava generazione di Phantom e sarà la base dei futuri modelli di Rolls-Royce. Va detto che nessun altro marchio del Gruppo BMW utilizza questo pianale realizzato totalmente in alluminio, caratteristica che aiuta a contenere il peso del SUV in 2.660 kg. All'anteriore, la Cullinan monta un sistema sospensivo a doppio quadrilatero, mentre il posteriore adotta il multilink. Oltre a questo, abbiamo le quattro ruote sterzanti per garantire agli occupanti il massimo del confort disponibile.

LEGGE NEL FUTURO Una telecamera stereoscopica aiuta le sospensioni del SUV Rolls a leggere con anticipo la strada davanti a lei, andando a regolare con precisione l'assetto dell'auto. Dopotutto, chi acquista una Rolls-Royce non ha voglia di sentire le asperità dell'asfalto sottostante, anche quando si viaggia fuoistrada.

V12, COS'ALTRO? Il motore della nuova Rolls-Royce Cullinan è il noto V12 biturbo da 6,75 litri. Rivisto con opportune modifiche, il propulsore vanta una potenza di 571 CV a 5.000 giri/min, on una coppia massima di 850 Nm di coppia. Il cambio automatico è firmato ZF ad otto rapporti con taratura specifica. I tecnici Rolls-Royce non hanno ancora fornito indicazioni sullo scatto da 0 a 100 km/h, ma sappiamo che il SUV tocca una velocità massima autolimitata di 250 km/h. Il consumo? I miracoli non esistono: nel ciclo misto la Cullinan dichiara 15 l/100 km.

SALTO GENERAZIONALE La Cullinan non è solo il primo SUV di Rolls-Royce: si tratta anche della prima auto dello Spirit of Ecstasy dotata di trazione integrale. Un raffinato sistema di elettronica capisce quando una ruota sta perdendo aderenza, inviando alle sospensioni il segnale di abbassarsi e, fornendo più peso e forza, far riprendere alla ruota il normale grip. La Cullinan, poi, è in grado di guadare corsi d'acqua profondi fino a 54 cm. Il tutto senza la minima sbavatura, almeno secondo i tecnici.

LA PRIMA VOLTA La Cullinan segna l'esordio del sistema touchscreen per Rolls-Royce. Nonostante tutto sia a portata di dita, non manca il controller nella console centrale, vicino ai pulsanti dove gestire l'Hill Descent Control, la modalità Off-Road e le sospensioni pneumatiche. Dietro non mancano due schermi aggiuntivi e ben 5 prese usb. Tra gli adas annoveriamo il Collision Warning, cruise adattivo, lane departure e lane change warning, mentre menzione d'onore spetta al Night Vision, sistema che rileva 24h su 24 la presenza di animali, pedoni e ciclisti nelle vicinanze dell'auto.

L'ODORE DEI SOLDI Alla fine, lo sappiamo: quello che Rolls-Royce sa fare forse meglio di chiunque altro è comunicare l'idea di lusso ed esclusività di ogni sua vettura. E no, non di ogni suo modello, ma di ogni singola auto che esce dagli stabilimenti. La Cullinan non fa eccezione: completamente personalizzabile a seconda del gusto del cliente, vanta portiere apribili elettricamente sfiorando un sensore sulla maniglia. Il SUV è in grado di abbassarsi di 4 cm per aiutare gli occupanti a salire a bordo prima di essere accolti dall'opulenza fatta auto. Lo schienale centrale può fungere da tavolino, mentre nella configurazione a 4 posti la Cullinan ha una vera e propria console centrale al cui interno si trovano un frigo per lo champagne, due vani per altrettanti flute un decanter per whisky. Ovviamente, per le richieste più personali il servizio Bespoke Collective di Rolls-Royce è sempre a disposizione. 


TAGS: suv rolls-royce salone di ginevra Rolls-Royce Cullinan salone di ginevra 2019 ginevra 2019 cullinan