Autore:
Emanuele Colombo

ARRIVA A GINEVRA “Qualcosa che si adatti perfettamente a ogni situazione, quasi fosse una seconda pelle”, un concetto che in lingua Inuit si traduce con una parola sola: Kamiq. Proprio questo è il nome scelto da Skoda per il SUV compatto che debutta oggi al Salone di Ginevra 2019. Le prime a rivelarsi sono le linee del frontale e il design dei fari anteriori, con luci diurne a LED e indicatori di direzione dinamici in posizione separata. Il pensiero corre subito alla Skoda Vision X concept di cui abbiamo parlato qui e che anticipava appunto un nuovo crossover compatto della casa ceca. Guarda il video. 

DI CHE COSA SI TRATTA Per il suo nuovo modello, Skoda promette le classiche doti dei SUV, ma combinate con “l'agilità e la maneggevolezza di un'auto compatta”. Se da un lato, quindi, si tratta di un crossover di piccole dimensioni, dall'altro sono ufficialmente confermate un'altezza da terra maggiorata rispetto alle berline e una posizione di guida rialzata: a tutto vantaggio della visuale e della comodità di accesso.

DOTAZIONI DA GRANDE Le immagini rilasciate da Skoda anticipano il nuovo B-SUV parente di Seat Arona e Volkswagen T-Cross. Allestito sulla piattaforma modulare MQB, comune a tanti modelli del gruppo Volkswagen, l'urban SUV Skoda 2019 offrirà “i più moderni sistemi di assistenza alla guida” e generosi spazi interni, accompagnati da “innovative soluzioni Simply Clever”. Le misure potrebbero essere intorno ai 4,15 metri di lunghezza, la trazione esclusivamente anteriore e l'obiettivo è confrontarsi con modelli come Nissan Juke e Renault Captur.

LE MISURE DICHIARATE Le dichiarazioni ufficiali parlano di un passo di 2.651 mm, con 73 mm di spazio tra le ginocchia di chi siede dietro e gli schienali dei sedili anteriori. La capacità del bagagliaio va da 400 a 1.395 litri. Quanto agli interni, sappiamo che prevedono pannelli porta in materiale soft-touch a esaltare la qualità percepita e luce ambiente che può essere color rame, rosso oppure bianco. Visivamente, le bocchette di ventilazione che si estendono fino ai pannelli porta aumentano il senso di ampiezza dell'abitacolo e tra leopzioni prevedono rivestimenti nella nuova microfibra Suedia, la strumentazione digitale Virtual Cockpit con schermo da 10,2" e sistemi che riscaldano il parabrezza, il volante e i sedili posteriori,

IBRIDA INNOVATIVA? Se verrà confermato quanto visto sulla concept Vision X, accanto a motorizzazioni tradizionali come il tre cilindri 1.0 TSI e il 4 cilindri 1.5 TSI a benzina, e il diesel 1.6 TDI, sotto al cofano potrebbe debuttare un motore ibrido che combina trazione elettrica, a gas metano e benzina. Il sistema prevedrebbe un quattro cilindri 1.5 TSI G-TEC da 130 CV e 250 Nm di coppia massima per la trazione anteriore, mentre un motore elettrico collegato alle ruote posteriori fornirebbe un 4x4 on-demand.

LA SCHEDA TECNICA Se le specifiche rispetteranno quanto emerso al salone di Ginevra dell'anno scorso, l'autonomia di questa versione nella marcia puramente elettrica sarà irrisoria - fino a due chilometri - ma la doppia alimentazione a benzina e metano dovrebbe garantire fino a 650 km tra un rifornimento e l'altro. Skoda Vision X era accreditata di una velocità massima di 200 km/h e di uno 0-100 km/h in 9,3 secondi. Vedremo quanto il nuovo SUV compatto Skoda Kamiq 2019 si discosterà dalla concept.

PREZZO E QUANDO ARRIVA Atteso per la commercializzazione a fine autunno, Skoda Kamiq non ha ancora un prezzo ufficiale,  ma sembra ragionevole un posizionamento vicino a quello dell'attuale Seat Arona, la cui gamma si colloca tra 17.300 e 25.200 euro. Scopri di più nel nostro video live dal salone di Ginevra 2019.


TAGS: skoda mini suv suv compatto salone di ginevra 2019 ginevra 2019 skoda kamiq