Autore:
Lorenzo Centenari

OVERTIME Mai successo in tanti anni (prima votazione: 1964). Mai successo che due auto conquistassero lo stesso identico punteggio. Car of the Year 2019 è Jaguar I-Pace, ma affinché il Suv elettrico britannico avesse la meglio di Alpine A110 sono serviti i tempi supplementari. 250 punti a testa, per regolamento vince la candidata che ha raccolto il maggior numero di preferenze assolute. Cioè I-Pace.

AGLI ANTIPODI Assegnato da una giuria di 60 giornalisti da 23 Paesi europei, l'edizione 2019 del più antico e prestigioso riconoscimento auto passerà agli annali, e non solo per il clamoroso ex aequo registrato da due concorrenti. La cerimonia svoltasi alla vigilia del Salone di Ginevra consacra una volta per tutte l'auto elettrica come alternativa al 100% competitiva. Al tempo stesso, la filosofia di guida di una volta tutta curve e odore di benzina, principio che Alpine A110 esprime a meraviglia, riacquista credito e fa la gioia dei puristi.

THRILLER Dei secondi non si ricorda mai nessuno, eppure fino all'ultimo il Car of the Year 2019 è stato in bilico. La medaglia di bronzo spetta a Kia Ceed, con 247 punti complessivi a sole 3 lunghezze dalla gloria. Giù dal podio invece Ford Focus (235 punti), Citroen C5 Aircross (210 p), Peugeot 508 (192) e Mercedes Classe A (116). Vince l'auto non convenzionale, vince l'auto che emoziona. In un senso, o nell'altro.


TAGS: alpine a110 jaguar i-pace ginevra 2019 kia ceed car of the year 2019