Autore:
Salvo Sardina

VIVA L’ITALIA Il tanto atteso debutto della Ferrari nel mondiale di Formula 1 virtuale è ormai alle porte. La fase finale della selezione, il cosiddetto Pro Draft, della F1 eSport Series si è tenuta nella serata di ieri nel consueto scenario della Gfinity Arena di Londra. 30 i simdriver che si sono scontrati per convincere i dieci team di Formula 1 a inserirli nel proprio organigramma in vista dell’inizio del campionato vero e proprio. A difendere i colori della scuderia di Maranello – che da quest’anno finalmente partecipa alla competizione, rompendo il primato di unica squadra della massima serie a non prendervi parte – ci saranno ben due italiani, David Tonizza e Amos Laurito, accompagnati da un terzo pilota che verrà ufficializzato a breve.

LE REGOLE Il regolamento prevede che ognuna delle dieci scuderie impegnate nel mondiale di F1 possa ingaggiare liberamente due piloti, con l’obbligo di pescare il terzo tra i giocatori del Pro Draft andato in scena ieri, selezionati dopo una lunga fase di qualificazione. Due gli italiani a prevalere, con il diciassettenne viterbese David Tonizza, scelto dalla Ferrari e Manuel Biancolilla opzionato dalla Toro Rosso. Il Cavallino ha poi ufficializzato il nome di uno degli altri due piloti ingaggiati in vista del proprio debutto negli eSport: il noto simdriver-youtuber ventitreenne Amos Laurito (che si era qualificato all’evento di Londra finendo però sfortunatamente fuori in semifinale).

PARLA AMOSHo sempre desiderato - ha spiegato Amos Laurito - una carriera nel mondo degli eSport e poterlo fare con la Ferrari è un sogno che diventa realtà. Sono consapevole di entrare a far parte di una squadra di persone molto talentuose i cui obiettivi sono sempre molto ambiziosi. Sono sicuro che i miei compagni saranno molto forti e in grado di aiutarmi a migliorare. Dal canto mio, sono pronto a dare tutto”.

FASE FINALE Quanto andato in scena ieri è stato in realtà solo l’antipasto delle quattro tappe che serviranno ad eleggere il successore del britannico Brendon Leigh, ormai una specie di Lewis Hamilton del virtuale che ha vinto i primi e gli unici due titoli mondiali di F1 simulata (neanche a dirlo) vestendo i colori Mercedes. Si partirà il prossimo 11 settembre per il primo appuntamento della Pro Series che si disputerà ovviamente con il titolo Codemasters F1 2019. Poi altre due tappe, il 2 ottobre e il 6 novembre in vista del gran finale che assegnerà un montepremi di 500.000 dollari. Il prossimo 4 dicembre, pochi giorni dopo la chiusura del campionato di F1 reale ad Abu Dhabi, scopriremo se la Rossa sarà tornata a sorridere, fosse anche solo al simulatore.


TAGS: ferrari formula 1 2019 f1 2019 Simracing Codemasters F1 2019 F1 eSport Series 2019 eSport F1 David Tonizza Brendon Leigh Ferrari Driver Academy eSport Team Amos Laurito