Pubblicato il 08/06/20

WIN AT HOME Si è concluso nel weekend il Race At Home Challenge, la competizione virtuale che per otto weekend di fila ha accompagnato tifosi e appassionati di Formula E (e non solo) in questa lunga ed estenuante quarantena. La competizione, di scena su rFactor2 che ha raccolto più di 100.000 euro per le cause benefiche promosse dall’Unicef, ha incoronato un campione tra i piloti del campionato elettrico e uno tra i simdriver più forti al mondo. A trionfare è stata la Mercedes di Stoffel Vandoorne, ex McLaren in Formula 1 nonché appassionato di simracing da tempi non sospetti. Tra i professionisti della simulazione di guida, invece, a imporsi è stata la Bmw di Kevin Siggy, che adesso si iscrive di diritto alla lista delle persone più impazienti in vista della ripartenza: per lui ci sarà infatti un test su una vera monoposto di Formula E.

Formula E Race at Home Challenge, Stoffel Vandoorne (Mercedes)

SPETTACOLO VIRTUALE Le ultime due tappe, un double header sulla pista virtuale di Berlino Tempelhof perfettamente in linea con la tradizione della categoria, come al solito non hanno lesinato emozioni. Già a partire dal sabato, con la vittoria e la conseguente leadership in classifica generale da parte di Pascal Wehrlein, pilota Mahindra Racing che arrivava ai nastri di partenza con un solo punto di ritardo rispetto a Vandoorne. La risposta del belga è però arrivata domenica, con gara-2 conclusa al secondo posto alle spalle del vincitore di tappa, Oliver Rowland: un risultato che, considerando i 14 punti di ritardo poteva non bastare nonostante i punti doppi assegnati nell’ultimo round del campionato. Ma il povero Pascal, partito in prima fila, è scivolato in coda al gruppo dopo una carambola con lo stesso Vandoorne, a sua volta spinto da dietro, in curva-3. Un inizio da incubo per il tedesco, poi autore di una bella rimonta conclusa però fuori dalla top-10 e dalla zona punti.

LE CLASSIFICHE Gli zero punti raccolti dal tedesco hanno quindi significato che il titolo di campione è andato abbastanza facilmente al pilota della Mercedes, capace di chiudere la classifica con ben 24 lunghezze di vantaggio sullo sfortunato rivale. Il settimo posto del compagno di squadra, Nyck De Vries, ha poi garantito alla casa di Stoccarda, debuttante nella categoria elettrica “reale”, di imporsi intanto nella classifica costruttori della serie online, con 21 punti di vantaggio su Nissan e.Dams e 40 su Mahindra Racing. Tra i simdriver, come detto, a imporsi è stato invece lo sloveno Kevin Siggy sul tedesco di Mahindra Racing (anche lui, come Wehrlein, vincitore della prima gara virtuale a Berlino Tempelhof), Lucas Muller. Chiusa la stagione virtuale, adesso non resta che attendere news sulla ripartenza del campionato che vede Antonio Felix Da Costa e Ds Techeetah ai vertici delle due classifiche.

Formula E, Race at Home Challenge 2020: Lucas Muller (Mahindra) sorpassa un rivale

FORMULA E RACE AT HOME CHALLENGE, CLASSIFICA PILOTI (TOP-5)

Pos Pilota Team Punti
1 Stoffel Vandoorne Mercedes-Benz EQ Formula E 154
2 Pascal Wehrlein Mahindra Racing 130
3 Oliver Rowland Nissan e.Dams 122
4 Maximilian Gunther Bmw i Andretti Motorsport 118
5 Edoardo Mortara ROKiT Venturi Racing  59

FORMULA E RACE AT HOME CHALLENGE, CLASSIFICA TEAM (TOP-5)

Pos Team Auto Punti
1 Mercedes-Benz EQ Formula E Team EQ Silver Arrow 01 172
2 Nissan e.Dams Nissan IM02 151
3 Mahindra Racing Mahindra M6Electro 132
4 Bmw i Andretti Motorsport Bmw iFE.20 119
5 ROKiT Venturi Racing EQ Silver Arrow 01 77

FORMULA E RACE AT HOME CHALLENGE, CLASSIFICA SIMDRIVER (TOP-5)

Pos Pilota Team
1 Kevin Siggy Bmw i Andretti Motorsport
2 Lucas Muller Mahindra Racing
3 Peter Brljak Panasonic Jaguar Racing
4 Peyo Peev Geox Dragon
5 Joshua Rogers Porsche Formula E Team

TAGS: mercedes formula e pascal wehrlein stoffel vandoorne mahindra racing Simracing eSport Race at Home Challenge Lucas Muller Unicef Kevin Siggy