Pubblicato il 15/06/20

UN SOLO VINCITORE Di quasi 60 equipaggi in gara, soltanto uno ha avuto la possibilità di festeggiare la vittoria. È nella tradizione delle corse, a prescindere che siano reali o virtuali, che alla fine sia solo uno a tagliare il traguardo per primo. A farlo, nella gara delle gare di quest’annata d’oro per il mondo del simracing, è stato il “nostro” Raffaele Marciello, protagonista indiscusso della Virtual 24H Le Mans – qui il racconto della maratona endurance – insieme ai forti compagni dell’equipaggio #01 (il numero, evidentemente, ha portato fortuna) del team Rebellion Williams Esport.

rebellion williams virtual 24h le mans

TEAM VINCENTE La scuderia svizzera, in partnership con lo storico team di Formula 1 che negli ultimi anni è diventato una vera e propria corazzata nel mondo delle gare virtuali – ieri la Williams ha vinto anche il mondiale di Formula 1 Esport con George Russell – schierava infatti tre equipaggi. Quello vincente? Composto da Lello Marciello e Louis Deletraz, piloti reali estremamente competitivi anche al simulatore e da due fortissimi simdriver come Kuba Brzezinski e Niko Wisniewski. Un equipaggio che, proprio quando Marciello era alla guida nel corso della notte, è riuscito a mettere pressione e a portare all’errore i rivali più aggreditati fino a quel momento, la LMP2 numero 20 del team Redline di Max Verstappen e Lando Norris.

rebellion williams virtual 24h le mans

TANTO ALLENAMENTO Un successo storico che, però, ha posto le proprie fondamenta sulla grande attenzione che proprio i piloti reali hanno deciso di dedicare all’evento. “Tutto quello che faccio – ha spiegato Marciello dopo la fine della gara – provo sempre a farlo al massimo delle mie possibilità. Sapevo di avere insieme a me dei compagni fortissimi e quindi ho passato le ultime tre settimane ad allenarmi duramento. Alla fine credo che avessimo un ottimo passo gara. Ma devo anche ringraziare chi, dietro le quinte, ha lavorato con noi per assisterci con la strategia e i tempi dei nostri rivali. Sono orgoglioso di Niko e Kuba, simdriver pazzeschi, e ovviamente anche di Louis”.

FIA GT World Cup Macao 2019: il vincitore Raffaele Marciello

SUL TETTO DEL MONDO Marciello, dopo aver vinto la gara più prestigiosa della stagione riservata alla categoria GT3, la GT World Cup 2019 a Macao, ha anche portato a casa il successo a Le Mans, nell’attesa di poter un giorno magari correre (e vincere) l’edizione reale. “Sin dall’inizio – ha concluso Lello – abbiamo deciso di prendere questa gara molto sul serio e, anche se sono un pilota abbastanza abituato a correre al simulatore, non è stato facile perché non solo, mentre corri, non si hai feedback da tutto ciò che ti circonda, ma anche perché è molto semplice essere distratti. Infine vorrei anche ringraziare tutti per i messaggi di supporto durante la gara e di complimenti dopo la vittoria. Significa davvero tanto per me”. Qui potete rivedere la puntata di RadioBox in cui Raffaele è stato nostro gradito ospite parlando di F1, competizioni GT e gare virtuali.


TAGS: williams 24 ore le mans Simracing eSport Rebellion Raffaele Marciello rfactor2 Virtual 24h Le Mans 2020