Pubblicato il 15/06/20

ALTRO TRIONFO È l’aspetto più democratico e meritocratico del simracing: il pilota più veloce e talentuoso, nella maggior parte delle situazioni, vince. E anche il meno realistico, guardando i risultati degli ultimi VirtualGP della stagione, in attesa della ripartenza della Formula 1 in carne e ossa. A trionfare nella tappa di Montreal è stato infatti, per la quarta volta consecutiva, il talento di casa Williams, George Russell. Il ventiduenne di scuola Mercedes è salito in cattedra nello scorso VirtualGP di Spagna e non ha più smesso di vincere, conquistando anche il titolo non ufficiale di campione del mondo virtuale tra i piloti e i personaggi dello sport e dell’intrattenimento scesi in pista sulla piattaforma F1 2019 Codemasters in questa lunga quarantena a motori spenti.

F1, George Russell (Williams) festeggia nella sua stanzetta la vittoria della serie eSport

GEORGE DA RECORD In realtà, data l’assenza di Charles Leclerc – impegnato nella 24 Ore di Le Mans virtuale e quindi costretto a dare forfait – il giovane inglese aveva già i punti necessari a laurearsi campione con una gara di anticipo. Non si può dire però che la matematica certezza di portare in casa Williams l’unico titolo possibile della stagione, abbia deconcentrato Russell, arrivato in pista anzi persino più preparato e cattivo del solito. A cominciare, tanto per fare un esempio, dalle prove libere che lo hanno visto chiudere con un tempo in grado di competere con quelli dei professionisti del simracing. E anche nelle sessioni ufficiali non c’è stata storia, con il tempo stratosferico in qualifica che lo ha messo in pole position a più di mezzo secondo dal primo degli inseguitori, l’amico di scorribande in quarantena, Alexander Albon.

LA GARA Praticamente imprendibile anche in gara, Russell ha dunque portato a casa il suo quarto successo consecutivo nella serie eSport, davanti ad Albon e alla Mercedes di Esteban Gutierrez. Da sottolineare anche la presenza dell’eroico Pierre Gasly, reduce dal quarto posto nella 24 Ore di Le Mans ma comunque in pista anche a Montreal con la sua Toro Rosso virtuale, ma alla fine squalificato a causa delle eccessive infrazioni ai track limit. Ancora meglio ha fatto Louis Deletraz che, dopo aver vinto la classifica della Le Mans virtuale in coppia con il nostro Raffaele Marciello, ha chiuso 12esimo la gara canadese a bordo della sua Haas. Di seguito il video completo per rivivere nel dettaglio l’ultimo Gp virtuale della stagione.


TAGS: formula 1 f1 Charles Leclerc george russell Simracing eSport VirtualGP VirtualGP Canada VirtualGP Montreal