Su iRacing scende la pioggia: l'annuncio a sorpresa
Simracing

Sorpresa: su iRacing (finalmente) scende la pioggia. L'annuncio


Avatar di Salvo Sardina , il 01/08/21

1 mese fa - Il simulatore più apprezzato dai piloti reali si appresta a fare il salto

È il simulatore di guida più apprezzato dai professionisti del motorsport anche senza le transizioni meteo. Fino a ora: iRacing annuncia la pioggia e fa un salto nel presente
Benvenuto nello Speciale SIMRACING, composto da 86 articoli. Seleziona gli articoli di tuo interesse cliccando il sommario SIMRACING qui sopra, oppure scorri a fondo pagina la panoramica illustrata dell'intero speciale!

NOVITÀ IN ARRIVO È uno dei simulatori di guida preferiti dai piloti reali, di certo quello che i professionisti del motorsport considerano più immersivo e maggiormente in grado di avvicinarsi alla realtà. Eppure, l’apprezzata – e criticata, soprattutto per la questione costi di abbonamento, non proprio alla portata di tutte le tasche – piattaforma eSport offerta da iRacing ha ancora un grosso handicap rispetto a praticamente il resto del mondo dei competitor: la mancanza della pioggia e del meteo dinamico. Un deficit che adesso gli sviluppatori del sim statunitense sembrano finalmente in procinto di colmare, come spiegato dal vice-presidente e produttore esecutivo di iRacing, Greg Hill.

IndyCar Esport, Robert Wickens protagonista nel weekend sul simulatore iRacing IndyCar Esport, Robert Wickens protagonista nel weekend sul simulatore iRacing

SCENDE LA PIOGGIA L’annuncio è arrivato a sorpresa durante una diretta streaming in cui lo sviluppatore era presente per fare gli onori di casa a margine della 4 Ore di Charlotte, un evento benefico con le auto della categoria Nascar organizzato per trovare una cura contro la sclerosi multipla. Al di là dell’ottima riuscita dell’evento (raccolti 45.000 dollari per la ricerca scientifica), la diretta è balzata agli onori delle cronache proprio per l’ufficializzazione dell’arrivo della pioggia su iRacing, una delle feature da anni più attese. E se la platea americana – le gare Nascar e IndyCar su ovali non si corrono in caso di pista bagnata – si è quasi sempre disinteressata alla caratteristica, è proprio il mercato europeo e il grande sviluppo delle categorie endurance che hanno reso necessario lavorare su questa innovazione epocale.

VEDI ANCHE



W Series Esports 2020, immagini dal simulatore iRacing | Foto 2/6 W Series Esports 2020, immagini dal simulatore iRacing | Foto 2/6

TEMPISTICHE IGNOTE Hill, oltre ad annunciare anche l’arrivo di un prototipo LMDh, quelli che sfideranno le Hypercar nel WEC e nella IMSA, ha infatti mostrato un solo screenshot in-game di una McLaren MP4-30 – l’unica monoposto di Formula 1 licenziata da iRacing – che sfreccia sulla nuova pista di Hockenheim (uscita da poche settimane) totalmente inondata dalla pioggia. Ignote, però, le tempistiche per la release che porterà il sim su un altro e decisamente più immersivo piano, con il vice-presidente della software house statunitense che si è limitato a dare info generiche sul tipo di lavoro svolto dal team di sviluppo (che comunque da anni aggiunge nel codice alcune caratteristiche preparatorie all’arrivo della pioggia). Certo, la prima immagine mostrata (foto copertina) svela lo stato ancora non troppo avanzato del progetto: la McLaren sfreccia senza alzare la classica nube di acqua, così come non si vedono le goccioline scendere dal cielo, mentre sembrano già soddisfacenti i riflessi sull’asfalto umido.

La Porsche Supercup su iRacing La Porsche Supercup su iRacing

LE PAROLE DELLO SVILUPPATORESiamo al punto in cui – ha spiegato Greg Hill durante la già citata diretta streaming della 4 Ore di Charlotte – abbiamo iniziato a lavorarci non solo con gli ingegneri che si occupano della fisica, ma anche con tutte le maestranze artistiche, grafiche e di dinamica dei tracciati. È un impegno che riguarda l’intero team, ci stiamo lavorando molto duramente per avere qualcosa entro la fine dell’anno. Non so ancora se questo si tramuterà in una release pronta per l’uso entro l’arrivo del 2022, non siamo ancora pronti per dare delle tempistiche precise perché vogliamo assicurarci di fare le cose per bene. In ogni caso, sono sicuro che per fine anno testeremo internamente una build che ci permetterà di guidare sotto la pioggia, funzionante sia sul piano grafico che fisico”.


Pubblicato da Salvo Sardina, 01/08/2021

Tags
Simracing
Logo MotorBox