Daniele Zeri
Pubblicato il 12/06/20

I PRIMI RISCONTRI VIRTUALI Nella serata di giovedì ha preso il via la stagione 2020 del campionato femminile W-Series, con le prime tre gare che sono andate in scena sull'Autodromo Nazionale di Monza. Certo, non ci si trovava all'ombra delle querce o dei frassini all'interno dello splendido parco brianzolo, ma l'attesa per la prima competizione virtuale del campionato femminile basato sulla piattaforma simulativa di iRacing era comunque notevole. Con nessuna idea dei reali valori in campo, la prima sessione di qualifica ha subito rivelato una sorpresa in cima alla classifica: è stata l'australiana Caitlin Wood – tredicesima in classifica nella passata stagione e dunque non immediatamente confermata per il 2020 – a conquistare la pole position per un solo millesimo di secondo su Beitske Visser. La pilota di riserva Naomi Schiff è inoltre subito stata chiamata in azione in seguito all'assenza della giapponese Miki Koyama. Ha chiuso la griglia la pilota di casa Vicky Piria, ancora impegnata nella familiarizzazione con lo stile di guida simulativo.

W-Series-Esports-Start-race1

NUOVE LEVE Alla partenza di gara 1, la campionessa in carica Jamie Chadwick ha accusato un blocco temporaneo della schermata di gioco che le è costato un testacoda contro il muretto dei box. L'arrivo del gruppo alla prima variante ha visto Beitske Visser prevalere nella la lotta per la leadership, con Wood in seconda posizione. La vera sorpresa di giornata è stata però la giovanissima russa Irina Sidorkova: la sedicenne, dopo essersi dichiarata una non-fan dei simulatori, ha proceduto con un'autorevole prova di forza nel round di apertura del campionato. Portatasi in terza posizione dopo una partenza perfetta, la Sidorkova è sembrata l'unica in grado di impensierire il passo di gara di Beitske Visser, la quale conta invece su una più vasta esperienza di simracing. La battaglia per la prima posizione è continuata per diversi giri, ma la Wood ha presto lasciato il campo a Visser e a Sidorkova dopo un errore alla variante Ascari. Il fuoripista della pole-sitter ha anche spalancato la porta alla debuttante Nerea Marti e a Tasmin Pepper.

W-Series-Esports-Irina-Sidorkova-2

L'ESPERIENZA DI VISSER Jamie Chadwick ha rimontato dopo la sfortunata partenza e si è resa protagonista di diversi sorpassi – tra i quali una manovra spettacolare alla Parabolica ai danni di Belen Garcia – ma la campionessa britannica non è comunque riuscita ad andare oltre la nona posizione. Dopo la prima gara di 15 minuti, Beitske Visser ha tagliato il traguardo in prima posizione, confermando per ora il suo vantaggio competitivo su iRacing. Irina Sidorkova e Nerea Marti, le due più giovani pilote in griglia, hanno così conquistato il loro primo podio in carriera nella W-Series. Tasmin Pepper e Gosia Rdest hanno chiuso al quarto e quinto posto dopo una prima prova convincente.

W-Series-Esports-Nerea-Marti

GRIGLIA INVERTITA E PRIMI INCIDENTI La seconda gara ha visto un'inversione totale della griglia rispetto ai risultati della prima competizione, promuovendo Emma Kimilainen e Fabienne Wohlwend in prima fila. Dopo una prima manche molto pulita e corretta, la seconda partenza è stata teatro del primo incidente di gruppo alla Prima Variante: un contatto tra Sarah Moore e Belen Garcia a centro gruppo ha innescato una serie di incidenti che hanno coinvolto anche Sabré Cook, Jessica Hawkins, Abbie Eaton e Alice Powell. Dal caos della prima curva, è emersa la finlandese Kimilainen ancora in prima posizione, davanti a Wohlwend e a Gosia Rdest, uscita miracolosamente illesa dai contatti. Nelle retrovie, Visser e Pepper sono state autrici di un testacoda alla Roggia nella foga della rimonta, lasciando nuovamente campo libero al recupero di Irina Sidorkova. La giovane russa si è liberata di Sarah Moore e di Marta Garcia, trascinandosi dietro con un gioco di scie Jamie Chadwick.

W-Series-Esports-Race-action-Monza

KIMILAINEN INCREDULA Con il suo stesso stupore, Emma Kimilainen ha preso il largo e ha conquistato la vittoria nella seconda gara, davanti a Fabienne Wohlwend e a Gosia Rdest. La Kimilainen, madre di una bambina di sei anni, è stata tra le ultime partecipanti a ricevere hardware e postazione di simulazione, ammettendo di non aver dedicato molto tempo all'allenamento. ''Sono stupefatta di aver realmente vinto perchè è tutto completamente nuovo per me, non ho mai avuto nessuna esperienza di gaming o nulla del genere.” - ha commentato la trentenne finlandese. “Ho ricevuto la postazione una settimana fa e ci ho dedicato qualche ora la sera dopo i miei impegni familiari. L'ultima volta che avevo giocato ad un gioco di auto l'avevo fatto con le freccette della tastiera” - ha concluso scherzando.

W-Series-Esports-Emma-Kimilainen

VALORI RISTABILITI La terza gara prevedeva una nuova qualifica e ha confermato i valori iniziali: Caitlin Wood ha nuovamente trovato lo spunto decisivo sul giro singolo, sopravvanzando all'ultimo istante Beitske Visser in una qualifica più combattuta. Ayla Agren e Nerea Marti hanno condiviso la seconda fila. Allo spegnersi delle luci, Wood ha sofferto di un eccessivo patinamento delle ruote posteriori e si è potuto assistere ad un arrivo spettacolare alla Prima Variante con cinque vetture affiancate: a spuntarla è stata Nerea Marti, davanti a Visser e Agren. Alla Roggia due errori simultanei ma non correlati della Agren e della Wood le hanno messe fuori gioco, mentre Nerea Marti guadagnava terreno sul gruppo. Tasmin Pepper – sorella del pilota GT Jordan Pepper ed entrambi appassionati di corse virtuali – si è portata in quarta posizione dopo un buon sorpasso su Gosia Rdest. La polacca, tra le più costanti nel round Monzese, ha quindi iniziato una splendida lotta con Alice Powell, rendendosi protagonista di sorpassi e contro-sorpassi grazie al notevole effetto scia dei lunghi rettilinei. Powell ha trovato uno spiragli a Lesmo 1, ma Rdest ha risposto alla Ascari. Il quinto posto è andato infine alla britannica, dopo un errore in frenata alla Prima Variante di Rdest. “Dopo aver collezionato contatti e danni nelle prima due gare, ho finalmente avuto una terza gara pulita e il vero highlight è stata la bellissima lotta con Gosia” - ha raccontato la Powell dopo il traguardo.

W-Series-Esports-Race-action

ANCORA VISSER Nelle fasi finali di gara, la straordinaria costanza di Beitske Visser ha nuovamente pagato: l'olandese ha chiuso il gap dalla leader della gara e ha completato il sorpasso per la prima posizione, lasciando la debuttante spagnola Marti a doversi guardare anche dagli attacchi di Irina Sidorkova. Dopo venti minuti, la bandiera a schacchi ha dichiarato la fine del primo round virtuale, con Visser ancora una volta sul gradino più alto del podio. Con i loro piazzamenti nella top-3, Sidorkova e Marti si candidano a principali rivali della vice-campionessa del 2019, la quale è consapevole del margine di miglioramento in vista dei prossimi appuntamenti: “Nell'ultima gara Caitlin [Wood] mi è stata davanti nuovamente in qualifica, è lì che devo lavorare. Abbiamo sbagliato entrambe la partenza e siamo arrivate in cinque alla prima curva, ma fortunatamente sono sopravvissuta. Nei primi giri Nerea [Marti] era più veloce, ma poi mi sono avvicinata e l'ho passata. L'obiettivo è rimanere in forma ad Austin e sperare di sopravvivere meglio la gara ad inversione di griglia”.

W-Series-Esports-Irina-Sidorkova

LE ROOKIE DALLE GRANDI AMBIZIONI Con il punto addizionale del giro veloce, Irina Sidorkova si trova ora a soli tre punti di distacco da Visser: “Se devo essere sincera, non vado pazza per il simulatore.” - ha detto la teenager russa. “È  stato divertente vedersi e gareggiare tutte online e sono contenta per il risultato. Mi preparerò meglio per la gara di Austin, consapevole che faranno tutte altrettanto e sarà difficile”. Più ottimista invece Nerea Marti: “Sono grata di questa opportunità con W-Series. Un secondo e un terzo posto sono buoni risultati, ma penso di poter fare meglio a Austin e puntare alla vittoria”. La seconda gara del campionato virtuale della W-Series Esports League verrà trasmesso giovedì prossimo alle ore 20:00 italiane sui canali social della categoria. 


TAGS: esports Simracing Beitske Visser W-Series 2020 Irina Sidorkova Nerea Marti Virtual W-Series