Autore:
Salvo Sardina

ARRIVEDERCI WEC Fernando Alonso non correrà la prossima stagione del Wec. Il campione asturiano, che quest’anno tornerà in pista a Le Mans da vincitore uscente per provare a portare a casa anche il titolo, ha già confermato di non essere incluso nella lineup della Toyota TS050 Hybrid per il mondiale 2019-2020. Un annuncio che fa immancabilmente ripartire la giostra delle ipotesi: il due volte iridato sta forse preparando il terreno per il suo tanto chiacchierato ritorno in Formula 1?

TANTI IMPEGNI A ben vedere, per Fernando si tratterebbe soltanto di un arrivederci e non di un addio a Le Mans, vista la ferma convinzione di tornare a La Sarthe in futuro. “Nel medio o lungo termine – ha spiegato l’ex ferrarista, prossimo allo spegnimento delle 38 candeline, al quotidiano iberico Marca – sono sicuro che tornerò. Questa decisione è solo per il breve periodo. Impegnarsi per un’altra stagione ne Wec vorrebbe dire essere occupato fino al giugno 2020, chiudendo altre opportunità. Non posso farlo per via degli obiettivi che ho per il 2020”.

TUTTO PUÒ SUCCEDERE Impossibile, dinanzi a dichiarazioni di questo tipo, non pensare al ritorno di Alonso a tempo pieno nel circus della Formula 1. Un ritorno che, a conti fatti, neppure lo spagnolo, per il momento focalizzato sulla conquista della Triple Crown del motorsport, ha mai negato: “Potrebbe succedere di tutto, mi sento molto aperto al riguardo. Quando ho lasciato la F1 sentivo di essere nel momento migliore della carriera. Mi sento forte e preparato per grandi sfide. Dunque nel 2020 potrebbe esserci la Formula 1, la IndyCar o anche altre categorie. O forse non farò niente di tutto questo. Ho la possibilità di decidere cosa avrò voglia di fare, devo solo aspettare e vedere cosa accadrà nei prossimi mesi. Essere libero da impegni è la cosa migliore per prendere la decisione più opportuna. Ho in mente un paio di idee, a luglio ne sapremo di più”.

ARRIVA HARTLEY A sostituire Alonso in Toyota sarà Brendon Hartley, attuale pilota del simulatore Ferrari, ex Toro Rosso nel campionato F1 2018 e nella parte finale di quello 2017. Per il neozelandese si tratta comunque di un ritorno nel mondiale endurance, da lui vinto già nel 2015 e nel 2017, stesso anno in cui ha anche portato a casa la vittoria nella 24 Ore di Le Mans. Alonso, un po' come successo anche in McLaren, non taglierà i ponti con la casa nipponica, che probabilmente lo schiererà al volante di una delle Hilux che partirà all'assalto della prossima edizione della Dakar, prevista per gennaio 2020 in Arabia Saudita.


TAGS: le mans formula 1 fernando alonso WEC f1 indycar Indy500 Alonso F1