Logo MotorBox
WEC

24h Le Mans, Hyperpole: Porsche spettacolare con Estre, brillano le Cadillac


Avatar di Marco Borgo , il 13/06/24

1 mese fa - Seconda fila per le Ferrari, retrocede la Cadillac nr. 2, in GT3 svetta McLaren

24h Le Mans, Hyperpole: Porsche spettacolare con Estre, brillano le Cadillac

Seconda fila per le Ferrari, retrocede la Cadillac nr. 2, in GT3 svetta McLaren
Benvenuto nello Speciale WEC, composto da 100 articoli. Seleziona gli articoli di tuo interesse cliccando il sommario WEC qui sopra, oppure scorri a fondo pagina la panoramica illustrata dell'intero speciale!

SESSIONE TIRATISSIMA E' stata spettacolare la sessione che ha assegnato la pole position della 24 ore di Le Mans che scatterà questo sabato. La 92° edizione della classica francese vedrà in prima fila la Porsche 963 di Kevin Estre. Il 36enne francese che condivide la vettura di Penske con Laurens Vanthoor e André Lotterer ha riscattato l'errore che ieri non lo ha visto primeggiare nella pre-qualifica e negli ultimi istanti dell'Hyperpole odierna ha piazzato un giro irraggiungibile che gli ha consegnato la prima posizione.

CADILLAC BRILLANTE Sembrava addirittura potesse essere la giornata della Cadillac con Sebastien Bourdais a infilare due giri veloci issandosi in cima alla classifica ad una decina di minuti dalla fine. Il pilota originario di Le Mans ha battagliato a distanza con le Ferrari prima che l'uscita di Dries Vanthoor causasse l'esposizione della bandiera rossa. Il francese aveva sparato tutti i colpi che aveva in serbo e ha terminato lì la qualifica. Sul finale Alex Lynn ha portato in terza posizione la seconda Cadillac di Ganassi, ma la penalità che si porta dietro per l'incidente di Spa lo vedrà arretrare.

SECONDA FILA ROSSA Ha detto la sua anche la Ferrari che con le due 499P ufficiali che hanno avuto accesso all'Hyperpole ha tentato di acciuffare la pole position. Nei primi minuti Alessandro Pierguidi ha segnato il tempo limite subito seguito da Antonio Fuoco. Quest'ultimo non ha però trovato il modo di replicare finendo lungo con un traverso spettacolare alla prima variante abortendo poi il giro.

BMW VELOCE A siglare il primissimo riscontro cronometrico è stato Dries Vanthoor, leader della pre-qualifica di ieri sera, che a causa della temuta pioggia - poi non concretizzatasi - ha subito spinto forte. A circa sette minuti dalla fine proprio il giovane belga, fratello di Laurens, ha picchiato ad Indianapolis finendo in ghiaia. Tempi cancellati dunque per aver causato la bandiera rossa e ultima posizione (delle prime otto, ndr) per la BMW M8 su cui corre anche Raffaele Marciello. In classe LMP2 Louis Deletraz ha dimostrato tutto il suo spessore portando l'Oreca del TF Sport davanti alla vettura dell'IDEC Sport. Seguono Panis Racing e United Autosport.

MCLAREN INTOCCABILE In classe LMGT3 ha fatto la differenza la McLaren 720S dell'Inception racing con alla guida Brendon Iribe. Il giovane americano ha piegato la resistenza della Porsche del Manthey di aleksey Malykhin e della Ferrari JMW di Giacomo Petrobelli per assicurarsi una pole position divenuta ''intoccabile'' a detta del suo stesso ingegnere via radio. Iribe infatti ha vanificato un giro che poteva migliorare il suo riscontro finendo in testacoda proprio all'uscita dell'ultima curva. Bella risposta dunque del marchio inglese che non era partito proprio benissimo tra noie tecniche e principi di incendio nelle libere fin qui disputate.

Classifica Hyperpole

foto: WEC/DPPI


Pubblicato da Marco Borgo, 13/06/2024
Tags
Gallery
WEC