Logo MotorBox
WEC 2024

La preparazione fisica dei piloti Ferrari per una gara endurance


Avatar di Luca Manacorda , il 04/07/24

1 settimana fa - Scopriamo come si allena un pilota in vista di una gara del WEC

Ferrari: la preparazione fisica dei piloti per una gara endurance

Scopriamo come si allenano i piloti della Ferrari in vista di una gara del WEC
Benvenuto nello Speciale WEC, composto da 100 articoli. Seleziona gli articoli di tuo interesse cliccando il sommario WEC qui sopra, oppure scorri a fondo pagina la panoramica illustrata dell'intero speciale!

Guida una hypercar del mondiale FIA WEC richiede grande impegno sia dal punto di vista fisico sia da quello psicologico. I piloti seguono una preparazione specializzata, alternando altre discipline sportive a esercizi specifici per allenare le qualità più utili mentre si guida ad alte velocità. Scopriamo qual è la routine di allenamento di due piloti della Ferrari, Antonio Giovinazzi e Nicklas Nielsen.

ALLENAMENTO DI SQUADRA Una sintesi di ciò che è richiesto a un pilota del WEC arriva da Giovinazzi: ''Per dare il massimo in gara la preparazione interessa tre aree principali: il fisico, la mente, e la nutrizione''. L'ex pilota dell'Alfa Romeo in F1 sottolinea l'importanza dei due Training Camp che la Ferrari organizza per tutti i suoi piloti durante l'anno: ''La preparazione fisica è fondamentaleOltre al lavoro che facciamo singolarmente, credo che i due Training Camp ai quali partecipiamo con tutti i nostri compagni siano molto preziosiDa un lato perché possiamo divertirci sperimentando discipline diverse, dal canottaggio al nuoto, dal padel al ciclismo; dall’altro perché, lontani dal contesto delle gare, abbiamo modo di divertirci, di conoscerci meglio e di respirare una bella atmosfera rilassata''.

WEC 2024, Le Mans: la Ferrari 499P in azione durante la notte WEC 2024, Le Mans: la Ferrari 499P in azione durante la notte

VEDI ANCHE



CICLISMO SPORT IDEALE Tra le attività più gettonate in allenamento dai piloti della Ferrari c'è il ciclismo, praticato con assiuità da quasi tutti. Nielsen è un grande appassionato: ''Mi piace moltissimo pedalareNon appena posso salgo in sella per un paio d’ore di allenamento che diventano quattro-cinque ore quando ho più tempo. I chilometri? Il mio obiettivo non è tanto percorrere un certo numero di chilometri, quanto dare il massimoCome piloti dobbiamo essere pronti a rimanere dentro l’abitacolo della nostra vettura anche tre o quattro ore, se è necessario. Il ciclismo è una disciplina ideale per allenarci perché, più della corsa per esempio, ci permette di controllare i battiti cardiaci in una situazione più simile a quella che viviamo in auto''.

GLI ATTIMI PRIMA DI SALIRE A BORDO Per i piloti del WEC, un momento molto importante è quello che precede l'inizio del proprio turno di guida. Ognuno ha la sua routine che inizia diversi minuti prima di indossare il casco: ''Mi riscaldo con alcuni esercizi fisici e dello stretching muscolare'' spiega Giovinazzi.  Nielsen si dedica a un altro grande classico: ''Il classico test di reattività è un altro esercizio utilissimo: non appena si accendono le luci devi toccare con la mano i segnali luminosi. L’obiettivo è ridurre al minimo il tempo di reazione, lo stesso che hai in pista quando guidi la tua Hypercar''.


Pubblicato da Luca Manacorda, 04/07/2024
Tags
WEC