Coronavirus, il Wec rinvia anche la 6 Ore di Spa
Endurance

Wec, il coronavirus fa saltare anche la 6 Ore di Spa-Francorchamps


Avatar di Salvo Sardina , il 16/03/20

1 anno fa - L'emergenza CoViD-19 non ha lasciato scampo agli organizzatori del mondiale

L'emergenza CoViD-19 non ha lasciato grande scelta agli organizzatori del mondiale endurance: anche Spa è rinviata a data da destinarsi

Benvenuto nello Speciale WEC, composto da 100 articoli. Seleziona gli articoli di tuo interesse cliccando il sommario WEC qui sopra, oppure scorri a fondo pagina la panoramica illustrata dell'intero speciale!

SALTA ANCHE SPA La decisione era nell’aria ed è arrivata puntuale: anche la 6 Ore di Spa, penultimo appuntamento del campionato Fia Wec 2019-2020, è stata rinviata a data da destinarsi. Una scelta inevitabile considerando l’emergenza CoViD-19 che sta interessando praticamente tutto il mondo dello sport (e non solo, ovviamente). Un po’ come accaduto nei giorni scorsi con la 1000 Miglia di Sebring, anche la tappa delle Ardenne, che storicamente prepara team e piloti per la 24 Ore di Le Mans non vedrà lo spegnimento dei semafori nella data originariamente prevista (25 aprile 2020).

Grande affluenza di appassionati in pit-lane nella passata edizione della 6 Ore di Spa Grande affluenza di appassionati in pit-lane nella passata edizione della 6 Ore di Spa

VEDI ANCHE



CALENDARIO L’organizzazione, che ha del tutto cancellato l’appuntamento di Sebring – la mitica 12 Ore, importante tassello del campionato Imsa, si correrà invece a novembre – proverà adesso a trovare uno slot per recuperare la gara di Spa-Francorchamps, sebbene vada detto che, a meno di non improbabili slittamenti di Le Mans, sarà difficile trovare uno spazio libero per inserire la 6 Ore belga mantenendo la grande classica francese nel finale di stagione. Anche in questo caso, come già detto per altre categorie, non possiamo che attendere ulteriori sviluppi.

Come il coronavirus sta influenzando i campionati motoristici: il calendario dei rinvii/annullamenti

IL COMUNICATO Queste le parole di Gerard Neveu, il Ceo del campionato mondiale endurance: “Questa decisione era l’unica scelta responsabile che potevamo prendere in un momento del genere. La salute le buone condizioni dei nostri partecipanti al campionato, dei fan e degli addetti ai lavori nel paddock deve restare la nostra priorità. Stiamo lavorando per trovare una nuova collocazione per la 6 Ore di Spa e la comunicheremo il prima possibile”. Gli organizzatori hanno anche fatto sapere che i possessori di tagliandi di ingresso potranno essere rimborsati o utilizzare gli stessi biglietti nelle nuove date.


Pubblicato da Salvo Sardina, 16/03/2020
WEC
Logo MotorBox