Autore:
Salvo Sardina
Pubblicato il 13/03/2020 ore 13:00

CORONAVIRUS E MOTORSPORT Il mondo dei motori da corsa al tempo del contagio da CoViD-19. Mentre l’Italia vive una situazione quasi da film, con la chiusura di scuole e università, l’incitazione a restare a casa da parte delle autorità, l’emergenza coronavirus inizia a farsi sentire un po’ in tutto il mondo. E molti sono gli eventi sportivi motoristici rinviati a data da destinarsi.

La situazione aggiornata ora dopo ora e la tabella con tutte le manifestazioni sportive auto e moto cancellate o rinviate nei giorni scorsi:

In arancione gli aggiornamenti sport auto, in blu gli aggiornamenti sport moto.

Data Categoria Evento Stato Nuova data
28/02 - 1/03 SuperBike GP Australia Disputato  
1/03 Formula E ePrix Marrakech Disputato  
6-8/03 MotoGP GP Qatar Cancellato  
12-15/03 WRC Rally Messico Confermato  
13-15/03 Formula 1 GP Australia Rinviato Da definire
13-15/03 IndyCar GP St. Petersburg Porte chiuse  
13-15/03 CIR  Rally Il Ciocco Rinviato 18-20/06
13-15/03 SuperBike GP Qatar Rinviato Da definire
16-18/03 DTM Test Monza Cambio sede 16-19/03
18-20/03 MotoGP Test Jerez (privati) Cancellato  
20/03 WEC Sebring 1000 Cancellato  
20-22/03 Formula 1 GP Bahrain Rinviato Da definire
20-22/03 MotoGP GP Thailandia Rinviato 2-4/10
21/03 Formula E ePrix Sanya Rinviato Da definire
21-22/03 IMSA 12h Sebring Rinviato 11-14/11
27-29/03 SuperBike GP Spagna Rinviato 23-25/10
3-5/04 Formula 1 GP Vietnam Rinviato Da definire
3-5/04 MotoGP GP Americhe Rinviato 13-15/11
4/04 Formula E ePrix Roma Rinviato Da definire
15-18/04 CIR  Rally 1000 Miglia Rinviato Da definire
17-19/04 Formula 1 GP Cina Rinviato Da definire
17-19/04 IndyCar/IMSA GP Long Beach Rinviato Da definire
17-19/04 GT World Challenge 3h Monza Cancellato  
17-19/04 MotoGP GP Argentina Rinviato 20-22/11
18/04 Formula E ePrix Parigi Rinviato Da definire
18-19/04 Moto Endurance 24h Le Mans Rinviato 5-6/09
23-26/04 WRC Rally Argentina Rinviato Da definire
3/05 Formula E ePrix Seoul Rinviato Da definire
6/06 Formula E ePrix Jakarta Rinviato Da definire
25-27/09 SuperBike GP Francia Rinviato 2-4/10
2-4/10 MotoGP GP Aragona Anticipato 25-27/09
13-15/11 MotoGP GP Valencia Rinviato 27-29/11
  • Venerdì 13 marzo, 14.50 - Il CEO della Dorna, Carmelo Ezpeleta, ha fatto il punto sulla situazione in MotoGP dopo gli annullamenti e la cancellazione di quattro GP.
  • Venerdì 13 marzo, 14.40 - I team di Formula 1 concordano una quarantena volontaria fino a fine mese per poi poter ripartire in sicurezza con le proprie attività. Si è inoltre venuta a sapere l'identità del contagiato da Coronavirus nel team McLaren: un addetto al rifornimento benzina della monoposto arancione.
  • Venerdì 13 marzo, 14.00 - Arriva la comunicazione ufficiale da parte della FIA e della Formula 1 del rinvio dei due prossimi appuntamenti in calendario: il Gran Premio del Bahrain e il Gran Premio del Vietnam. La dirigenza dello sport si è presa del tempo per decidere, in base a come evolverà la pandemia globale di Covid-19, come, quando e se recuperare gli eventi in questione. Nel comunicato si legge anche di un presumibile avvio del Mondiale a fine maggio in Europa, ma la situazione sarà monitorata giorno per giorno.
  • Venerdì 13 marzo, 13.00 - Lo stravolgimento portato dal Coronavirus al mondo della Formula 1 (e non solo) sta già portando a grossi cambiamenti nel calendario della stagione. La settimana prossima è quasi certo che non si corra in Bahrain, così come in Vietnam con il Mondiale che potrebbe scattare addirittura a Baku. Nel nostro approfondimento tutte le ipotesi al vaglio della Formula 1.
  • Venerdì 13 marzo, 12.30 - Chase Carey, capo di Liberty Media e presidente della FOM, ha difeso le ragioni che hanno portato all'annullamento del Gran Premio d'Australia.
  • Venerdì 13 marzo, 11.45 - Abbiamo raccolto per voi le principali reazioni dal mondo della Formula 1 all'annullamento del Gran Premio d'Australia.
  • Venerdì 13 marzo, 11.30 - Mentre il Rally del Messico è in pieno corso di svolgimento, arriva l'attesa conferma dello stop al Rally di Argentina, in programma originariamente dal 23 al 26 aprile. Si tratta di un rinvio, come spiegato da Olivier Ciesla, amministratore delegato del WRC. Si cercherà un'altra data in calendario, in attesa di prendere presto decisioni legate alle prossime tappe in Portogallo e in Italia. 
  • Venerdì 13 marzo, 11.00 - Nuove (attese) defezioni nei calendari del campionati del mondo della FIA. La stagione di Formula E si ferma. La sospensione è stata comunicata dagli organizzatori della serie e presa in coordinamento con le autorità locali competenti. Agli annullamenti già decisi in precedenza degli appuntamenti di Sanya (Cina), Jakarta (Indonesia) e Roma (Italia), si aggiungono ora le gare di Parigi e Seul, inizialmente in programma il 18 aprile e il 3 maggio.
  • Venerdì 13 marzo, 10.30 - Il primo a parlare dei grossi ritardi con cui è stata presa la decisione di cancellare il Gran Premio d'Australia di Formula 1 è stato Ross Brawn, che in un video ha ricostruito i fatti di ieri.
  • Venerdì 13 marzo, 00.40 - La notizia era ormai certa dalla serata del giovedì in Italia, anche se l'ufficialità è arrivare solo a notte fonda. A Motorbox, però, ci eravamo portati avanti, scavando nei 70 anni della Formula 1 per farvi scoprire che il Gran Premio d'Australia non è certo l'unico GP che è stato cancellato nella storia. In passato è successo già una decina di volte, e in un caso - proprio come a Melbourne - team e piloti avevano anche già iniziato il weekend di gara. Per saperne di più è pronto per voi il dossier: ''Tutti i GP cancellati nella storia della Formula 1''
  • Venerdì 13 marzo, 00.10 - Ufficiale: il Gran Premio d'Australia è stato cancellato. ''La Formula 1 e la Fia, con il pieno supporto dell'Australian Gran Prix Corporation, hanno preso la decisione che tutte le attività del weekend del Gp d'Australia sono cancellate''. Qui l'approfondimento completo.

     

  • Venerdì 13 marzo, 00.05 - La Mercedes ufficializza di aver inviato una lettera alla Fia e alla F1 chiedendo la cancellazione del Gp d'Australia: ''Condividiamo il disappunto dei fan, ma la salute fisica e mentale del nostro personale in pista e di tutta la comunità al seguito della F1 è la nostra priorità''. Si sta per scrivere la parola fine?
  • Giovedì 12 marzo, 23.00 - Il primo ministro dello Stato di Vittoria ha intanto informato che, se il Gp si disputerà, si disputerà soltanto a porte chiuse. Non è ancora stata presa una decisione ma alcune fonti della BBC, la prima a imbeccare la via della possibile cancellazione della gara, riportano che Kimi Raikkonen e Sebastian Vettel sono già saliti su un volo verso l'Europa.
  • Giovedì 12 marzo, 21.50 - Una comunicazione ufficiale di quanto sta per succedere a Melbourne arriverà entro la prossima mezz'ora. Intanto, secondo quanto riporta il giornalista inglese Chris Medland, inviato della rivista Racer, ad alcuni meccanici dell'Alpha Tauri sarebbe stato chiesto di prepararsi a smontare le attrezzature dei box, ma non c'è la certezza che non arrivi addirittura una comunicazione di natura opposta.

     

  • Giovedì 12 marzo, 21.30 - I giornalisti presenti a Melbourne riportano una situazione surreale: ai commissari di percorso sono arrivate indicazioni che la giornata si svolgerà senza cambiamenti al programma originario e il paddock è stato regolarmente aperto in attesa dell'arrivo di meccanici, piloti e addetti ai lavori. In questo momento sta girando in pista, come se niente fosse, la F1 biposto. Pare che in questi minuti (in Australia sono le 7.30 del mattino) si siano riunite le autorità politiche per decidere il da farsi.
  • Giovedì 12 marzo, 18.30 - Sono le 4.30 del mattino a Melbourne e dalla Fia non arriva ancora nessuna comunicazione ufficiale. A questo punto ci si aspetta che un comunicato sul Gp d'Australia arrivi entro le 12.00 locali, orario in cui si sarebbero dovute svolgere le prove libere 1. Un comunicato comunque importante perché si attendono precisazioni: il Gp è solo rinviato o annullato del tutto? E che sorte per il Gp del Bahrain del prossimo weekend? Come immaginate, ci sono nodi decisamente complessi da sciogliere...
  • Giovedì 12 marzo, 17.40 - Ci spostiamo per un attimo negli Stati Uniti perché arriva adesso anche la conferma ufficiale che anche la 12 ore di Sebring, seconda prova del campionato Imsa, e non solo la 1000 Miglia di Sebring valida per il Wec - entrambe sarebbero dovute disputare nel prossimo fine settimana sulla celebre pista californiana - è stata rinviata. Sebring chiuderà il calendario Imsa nel weekend del 14 novembre 2020.
  • Giovedì 12 marzo, 17.30 - Non c'è ancora l'ufficialità ma praticamente tutte le fonti concordano adesso sul fatto che il Gran Premio d'Australia sia stato cancellato. Si attende a questo punto soltanto il comunicato ufficiale della Formula 1. Qui la notizia completa.
    F1 GP Australia 2020, Melbourne: semafori rossi all'Albert Park
  • Giovedì 12 marzo, 17.00 - Momenti di grandissima tenzione per le sorti del Gran Premio d'Australia che dovrebbe aprire la stagione 2020 di Formula 1. Mentre a Melbourne sono già le 3 del mattino, la linea che per il momento va per la maggiore è quella del rinvio della gara a data da destinarsi. A brevissimo si attende un comunicato ufficiale degli organizzatori.
  • Giovedì 12 marzo, 16.45 - Torniamo per un attimo in Italia per riportarvi la notizia del rinvio a data da destinarsi del Rally 1000 Miglia, che avrebbe dovuto aprire - visto il rinvio del Rally Il Ciocco e Valle del Serchio - il Campionato Italiano Rally 2020. Seguiranno aggiornamenti.
  • Giovedì 12 marzo, 16.35 - Arriva intanto dal sindaco di St. Petersburg la conferma ufficiale che la gara di IndyCar del weekend si terrà ma a porte chiuse. La situazione è evidentemente in rapida evoluzione considerando che ieri gli organizzatori si erano affrettati a confermare che il season opener della ''Formula 1 a Stelle e Strisce'' si sarebbe tenuto regolarmente con la presenza di pubblico.
    Indycar a St Petersburg
  • Giovedì 12 marzo, 16.30 - L'incontro tra Liberty Media, Fia e team principal delle squadre di Formula 1 è terminato e, riportando nuovamente quanto appreso da Craig Slater in diretta tv sull'emittente britannica Sky Sports News, la scelta della F1 sarebbe quella di andare avanti senza particolari precauzioni, atteso che i contatti tra i restanti team e il personale McLaren in quarantena non desterebbero preoccupazione. Altri rumors opposti, riportati invece dalla BBC, dicono che il Gp d'Australia sta per essere cancellato. Non ci resta che attendere ulteriori sviluppi...
  • Giovedì 12 marzo, 16.15 - Secondo quanto riportato dai giornalisti inglesi di Sky Sport Uk, sembrerebbe che l'intenzione sia quella di andare avanti con la gara nonostante l'assenza della McLaren. Immaginiamo che a breve potrebbe anche arrivare un comunicato ufficiale in tal senso.
  • Giovedì 12 marzo, 16.00 - Mentre la Formula 1 ancora non comunica eventuali modifiche al programma o la cancellazione dello stesso - a Melbourne è già notte ma è in corso in queste ore una riunione tra organizzatori, Fia, Liberty Media e autorità sanitarie - novità sembrano arrivare da St.Petersburg, Florida, dove nel weekend dovrebbe corrersi anche la gara inaugurale della stagione IndyCar. Per il momento, la linea che va per la maggiore è quella di una gara a porte chiuse e senza presenza di pubblico.
  • Giovedì 12 marzo, 14.00 - Restando sempre sul tema caldo della Formula 1 a Melbourne, arrivano invece buone notizie arrivano per i quattro membri del personale Haas, che sono risultati negativi al tampone. In autoisolamento dopo i primi sintomi riconducibili a un'influenza e compatibili con il contagio da CoViD-19 anche un fotografo al seguito del circus. Si attendono però ancora i risultati del tampone.
  • Giovedì 12 marzo, 13.30 - Comunicato ufficiale della Formula 1 su Twitter: ''La Formula 1 e la Fia si stanno coordinando con le autorità sanitarie per decidere i prossimi passi da compiere. La nostra priorità è la sicurezza dei tifosi, dei team e di tutto il personale impegnato in gara”. È attesa nelle prossime ore la decisione su un eventuale cancellazione della gara.
  • Giovedì 12 marzo, 12.35 - Come un fulmine a cielo a dire il vero decisamente plumbeo la comunicazione ufficiale della McLaren, che annuncia il proprio ritiro dal weekend del Gran Premio d'Australia dopo che uno dei propri meccanici è risultato positivo al tampone coronavirus. A questo punto è del tutto improbabile che il Gp si corra regolarmente. Qui l'approfondimento.
  • Giovedì 12 marzo, 11.40 - Di tono praticamente opposto rispetto alle dichiarazioni di Verstappen le parole di Kimi Raikkonen, ultimo campione del mondo con la Ferrari nel 2007 e oggi pilota ufficiale Alfa Romeo Racing: ''Non so se sia giusto essere qui a Melbourne e probabilmente non lo è. Se fosse dipeso soltanto dai team probabilmente non saremmo qui, ma la scelta appunto non dipendeva da noi''.
    F1 GP Australia 2020, Melbourne: Kimi Raikkonen (Alfa Romeo Racing)
  • Giovedì 12 marzo, 11.15 - Le parole di Max Verstappen sulla vicenda coronavirus, in evidente controtendenza con quanto detto da Hamilton: “Credo che continuare sia una decisione saggia. Ovviamente è una situazione molto difficile, ma stiamo cercando di tirare fuori il meglio. Proviamo a iniziare la stagione e speriamo che il weekend sia entusiasmante. È difficile dire qual è l'impatto del virus, dobbiamo semplicemente provare a girare nel modo più normale possibile''.
  • Giovedì 12 marzo, 11.00 - La Formula 1 comunque, nonostante gli avvertimenti di Lewis Hamilton e la preoccupazione espressa dalla Gpda, va avanti. A provare a opporsi a un Gran Premio che, a questo punto, si svolgerebbe in un clima del tutto surreale, sono alcuni attivisti australiani, che hanno lanciato una petizione arrivata già a oltre 12.000 firme. ''Il governo dello Stato di Vittoria - recita il testo della petizione online - non si sta prendendo cura con serietà del problema del coronavirus al Gran Premio. La gara va avanti nonostante due dei team coinvolti vengano dalle vicinanze di Modena, in Italia. Sia Ferrari che Alpha Tauri, così come il fornitore di pneumatici, Pirelli, hanno le proprie sedi a pochi chilometri dall'epicentro del coronavirus in Italia. E hanno viaggiato con oltre 100 membri dello staff, insieme a tanti altri tifosi e appassionati''. Come se il problema, a questo punto, ci permettiamo di aggiungere, fosse la nazionalità o il luogo di provenienza e non ci fossero già diversi casi di contagio in Australia.
  • Giovedì 12 marzo, 10.45 - In merito a quanto sta accadendo in F1 a Melbourne, la Grand Prix Drivers' Association (Gpda), l'associazione dei piloti, ha pubblicato il seguente comunicato: ''La Gpda ha piena fiducia nelle autorità sanitarie australiane, nella Fia, nella Formula 1 e nei team e crede che stiano agendo con le migliori intenzioni di salvaguardare la salute, il benessere e la sicurezza di tifosi, ufficiali di gara, piloti e dell'intera comunità. Siamo in contatto con la F1 e la Federazione sin dalla scorsa settimana e sappiamo bene quanto si stia lavorando duramente per superare questa difficile sfida. Siamo tutti insieme, nessuno prende decisioni alla leggera ma sentiamo che la responsabilità cade su ognuno di noi, sul pubblico locale così come sui viaggiatori come noi. Bisogna essere vigili e cauti in questi tempi difficili causati dall'emergenza Coronavirus. La Gpda vorrebbe con rispetto suggerire a tutti, agli amici australiani, ai tifosi, al personale di gara e ai piloti di mantenere le distanze di sicurezza e di evitare i contatti come nel caso dei selfie, degli autografi e delle strette di mano. Queste proposte mitigare il rischio di contagio come spiegato nelle linee guida della pubblica autorità sanitaria''.
    F1 GP Australia 2020, Melbourne: un distributore di gel igienizzante
  • Giovedì 12 marzo, 10.15 - Tornando per un attimo agli Stati Uniti, dove la Fia ha optato per la cancellazione della 1000 Miglia di Sebring che si sarebbe dovuta tenere il prossimo weekend, resta invece confermata, sullo stesso circuito e nello stesso fine settimana, la prestigiosa 12 Ore di Sebring, pezzo pregiato del campionato endurance statunitense Imsa.
  • Giovedì 12 marzo, 10.00 - Anche Sebastian Vettel, seduto accanto a Hamilton, ha detto la sua sulla decisione di proseguire il weekend del GP Australia nonostante l'emergenza coronavirus: ''È molto difficile dare un giudizio sulla questione'' - ha spiegato Seb - ''Ovviamente sei qui e realizzi come moltissime competizioni sportive siano state annullate e molti grandi eventi siano stati cancellati. Come ha detto Lewis, ti viene da chiederti se sia giusto essere qui. Ovviamente dobbiamo fidarci della FIA e della FOM e prendere più precauzioni possibili, ma penso che la risposta che nessuno sia in grado di dare in questo momento sia quanto si possa controllare ciò che sta succedendo. Alla fine dei conti noi siamo qui, per cui possiamo solamente stare attenti il più possibile''.
  • Giovedì 12 marzo, 9.40 - La F1 per il momento non si ferma e Lewis Hamilton si definisce ''scioccato'' di essere a Melbourne, durante l'affollata conferenza stampa del giovedì.
    F1 GP Australia 2020, Melbourne: Sebastian Vettel (Ferrari), Lewis Hamilton (Mercedes), Daniel Ricciardo (Renault), Nicholas Lat
  • Giovedì 12 marzo, 9.00 - A seguito della decisione presa dal presidente degli Stati Uniti Donald Trump di sospendere l'ingresso ai cittadini provenienti dall'Europa, il campionato WEC ha annunciato la cancellazione della 1000 Miglia del Sebring, in programma nel weekend del 20-22 marzo. Inevitabilmente cancellati anche i test in programma la settimana precedente.
  • Giovedì 12 marzo, 7.00 - Buongiorno a tutti cari amici di Motorbox. Continuano a giungere notizie poco rassicuranti dall'Australia. Dopo i tre casi sospetti di ieri, con un membro del team McLaren e due del team Haas isolati in albergo in attesa di essere testati per il Covid-19, oggi si aggiungono a essi altri due componenti del team americano, che così sale a 4 defezioni nel suo organico in vista di un weekend che sembra comunque proseguire ''normalmente'', tra le peplessità di molti e con più di una petizione attiva online al fine di cancellare il GP.
  • Mercoledì 11 marzo, 18.45 - Restiamo in ambito MotoGP perché arriva anche conferma ufficiale della cancellazione dei test privati che Aprilia, Ktm e Honda avevano programmato a Jerez de la Frontera dal 18 al 20 di marzo. Proprio la pista andalusa dovrebbe a questo punto ospitare l'inizio del campionato nel fine settimana del prossimo 3 maggio.
  • Mercoledì 11 marzo, 18.25 - Qualche ora fa avevamo detto che la MotoGP avrebbe cominciato il suo cammino nel weekend del 19 aprile a Termas De Rio Hondo. Arriva adesso anche la notizia ufficiale del rinvio del Gp d'Argentina al 22 novembre, con ulteriore spostamento al 29 novembre del Gran Premio della Comunità Valenciana. Originariamente fissata per il 15/11, la tappa conclusiva del mondiale sul circuito Ricardo Tormo slitta dunque di due settimane.
    Un'immagine aerea del circuito di Termas del Rio Hondo
  • Mercoledì 11 marzo, 18.05 - Adesso è arrivata anche l'ufficialità circa lo spostamento della gara di Jerez del mondiale Superbike. La tappa spagnola, originariamente prevista nel fine settimana del 29 marzo, sarà recuperata dal 23 al 25 ottobre 2020. La Dorna ha ufficializzato anche un altro posticipo, con il Gp di Francia a Magny Cours che slitta, per evitare una dolorosa sovrapposizione con la MotoGP ad Aragon, dal 27 settembre al weekend del 4 ottobre. La concomitanza con la MotoGP a Buriram sarà evidentemente più facile da ''superare'' grazie al diverso fuso orario tra Francia e Thailandia.
  • Mercoledì 11 marzo, 17.05 - Cancellazioni e rinvii, sì, ma anche ripartenze. Aci Sport ha infatti comunicato la data di riallocazione in calendario del Rally Il Ciocco e Valle del Serchio che originariamente in programma nel weekend e poi nei giorni scorsi rinviato a data da destinarsi. La gara, valevole per il Campionato Italiano Rally 2020, si disputerà dal 18 al 20 giugno.
    Tommaso Ciuffi e Nicolò Gonella - Peugeot 208 R2b
  • Mercoledì 11 marzo, 16.40 - Si va verso il rinvio anche della tappa di Jerez del mondiale Superbike, originariamente prevista nel weekend del 29 marzo. I team principal si sono confrontati e hanno chiesto ufficialmente il rinvio a data da destinarsi. Per l'ufficialità è dunque soltanto questione di attendere il comunicato della Dorna.
  • Mercoledì 11 marzo, 13.45 – Si attende nei prossimi giorni qualche novità sul Gran Premio del Vietnam, che intanto però va verso il rinvio. Al momento sono solo 38 i casi accertati di CoViD-19 nel Paese, ma preoccupa un piccolo focolaio di contagio nella capitale Hanoi. Il boss di Liberty Media, Chase Carey, è volato in queste ore in Vietnam per valutare la fattibilità di una gara sempre più difficile, anche a causa delle restrizioni per i voli provenienti da gran parte degli Stati Europei. Possibili alternative? Un secondo Gp in Bahrain nel weekend del 5 aprile, con le squadre che resterebbero a osservare una quarantena più o meno forzata nell’isola situata nel Golfo Persico. Qui l’articolo completo.
  • Mercoledì 11 marzo, 12.10 – Dopo Sanya e Roma, anche Jakarta saluta il calendario della Formula E. La tappa indonesiana, originariamente prevista per il 6 giugno è stata rinviata a data da destinarsi, ma è sempre più probabile che si vada verso la definitiva cancellazione. A rischio anche l’ePrix di Parigi del prossimo 18 aprile. Qui il nuovo calendario della categoria elettrica, qui invece le diverse ipotesi al vaglio degli organizzatori del campionato.
    Formula E, Jakarta entra nel calendario ufficiale della sesta stagione
  • Mercoledì 11 marzo, 10.35 – Tre casi sospetti di CoViD-19 nel paddock della Formula 1: si tratta di due membri del personale Haas e di uno della McLaren, sottoposti ad autoisolamento precauzionale. Il Gp d’Australia resta ancora in calendario e con presenza di pubblico, ma vengono cancellate le sessioni di autografi e fotografie tra piloti e pubblico. Cancellata anche la conferenza stampa di Ricciardo e Ocon con cui la Renault avrebbe dovuto presentare la stagione 2020. Qui la notizia completa.
  • Mercoledi 11 marzo, 10.00 – Importanti modifiche anche al calendario del mondiale endurance a due ruote: la 24 Ore di Le Mans per le moto, originariamente prevista il 18 e 19 aprile, slitta al 5 e 6 settembre in ottemperanza alle direttive del ministero della sanità francese. La prossima tappa sarà dunque la 8 Ore di Oschersleben del prossimo 6 giugno.
  • Martedì 10 marzo, 21.30 – Lontani fisicamente, ma vicini grazie alla tecnologia: nella puntata 13 di RadioBox, la quinta del 2020 per il nostro podcast, tutti gli ultimi aggiornamenti sulla vicenda coronavirus e l’anteprima del Gran Premio F1 di Melbourne.
  • Martedì 10 marzo, 16.50 – Salta il MotoGP delle Americhe sul tracciato di Austin, in Texas. Dopo la cancellazione della gara inaugurale prevista lo scorso fine settimana a Losail (dove però hanno regolarmente corso Moto2 e Moto3) e il rinvio al 4 ottobre della tappa in Thailandia, quella del Circuit of the Americas è quindi la terza gara a saltare. L’avvio del mondiale è adesso previsto nel weekend del 19 aprile con l’appuntamento di Termas de Rio Hondo in Argentina, mentre il Gp delle Americhe si correrà il 15 novembre 2020 con slittamento della gara conclusiva sette giorni dopo a Valencia. Clicca qui per l’approfondimento e il nuovo calendario.
    GP Americhe 2019, Austin, partenza
  • Martedì 10 marzo, 16.45 – L’Albert Park Hotel di Melbourne, che sorge a pochi metri di distanza dal circuito dove nel weekend si correrà il Gran Premio d’Australia, ha registrato il primo caso di Coronavirus. Il primo ministro dello Stato di Vittoria, Daniel Andrews, rassicura sulla possibilità che la gara si svolga regolarmente, ma non esclude eventuali cambi di rotta nelle prossime ore. Qui l’approfondimento.

 


TAGS: rally wrc motogp formula 1 formula e f1 Coronavirus CoViD-19