Pubblicato il 12/03/2020 ore 12:30

McLAREN OUT È risultato positivo il membro del team McLaren che ha effettuato il test dopo aver presentato sintomi riconducibili al coronavirus. Come conseguenza, il team di Woking ha deciso di ritirarsi dal GP Australia 2020.

IL COMUNICATO Lo ha confermato la stessa McLaren con un comunicato emesso poco fa: ''La McLaren Racing ha confermato stasera (ora locale, ndr) di essersi ritirata dal GP Australia 2020 di F1, a seguito del test positivo al coronavirus di un membro del team. La persona è stata testata e isolata non appena ha iniziato a mostrare i sintomi e ora sarà trattata dalle autorità sanitarie locali. Il team si è preparato per questa eventualità e dispone di un supporto continuo per il suo dipendente, che entrerà ora in un periodo di quarantena. Il team sta collaborando con le autorità locali competenti per assisterle nelle loro indagini e analisi''.

F1, GP Australia 2020: Zak Brown, CEO della McLaren, saluta il pubblico di Melbourne

DECISIONE DOVEROSA Il comunicato della McLaren si conclude poi così: ''Zak Brown, CEO di McLaren Racing e Andreas Seidl, Team Principal della McLaren F1, questa sera hanno informato la Formula 1 e la FIA della decisione. La decisione è stata presa in base a un dovere di diligenza non solo per i dipendenti e i partner della McLaren F1, ma anche per i concorrenti del team, i fan della Formula 1 e le parti interessate della F1''.

CONSEGUENZE Sono invece negativi gli esiti dei quattro membri del team Haas (tre meccanici e un ingegnere) che avevano a loro volta mostrato sintomi riconducibili al Covid-19. Un solo caso di coronavirus dunque nel paddock finora, ma ciò giustamente basta per interrogarsi sul futuro di un GP Australia che ha sempre meno senso disputare. Lewis Hamilton ha espresso le sue perplessità in conferenza stampa, mentre c'è da ricordare come, commentando lo scenario di una gara senza Ferrari e Alpha Tauri in caso di divieto di accesso per gli italiani, i vertici della F1 avevano parlato nei giorni scorsi di impossibilità di disputare la gara senza la griglia completa. Si va dunque verso un probabile, e decisamente sensato, annullamento dell'appuntamento di Melbourne.


TAGS: mclaren f1 AustralianGP 2020 Coronavirus