Autore:
Salvo Sardina
Pubblicato il 18/03/2020 ore 15:55

MCLAREN Arrivano notizie sempre migliori da casa McLaren. Proprio il team di Woking era stato il primo a essere colpito da un caso di positività al coronavirus a Melbourne, costringendo di fatto altri team, Fia e organizzatori a riunirsi per decidere il futuro del Gp d’Australia, poi rinviato a data da destinarsi a poche ore dal via delle prime prove libere. In un comunicato ufficiale, la storica scuderia britannica ha tranquillizzato l’ambiente sullo stato di salute del proprio personale.

F1 GP Australia 2020, Melbourne: l'hospitality McLaren vuota nella mattinata di venerdì

IL COMUNICATO L’uomo risultato positivo al tampone del CoViD-19 resta infatti ancora in quarantena ma è ormai asintomatico. Buone notizie anche per gli altri ragazzi del team costretti all’isolamento per aver avuto contatti con il “paziente zero” del paddock, tutti risultati negativi al tampone. Di seguito il comunicato pubblicato dalla scuderia guidata da Andreas Seidl.

 “La McLaren è lieta di confermare che tutti e sette i membri del proprio personale che erano stati sottoposti a tampone per coronavirus e messi in quarantena a Melbourne, sono risultati negativi. Tutti i ragazzi sono in buone condizioni di salute e di buon’umore. Il membro del team che era stato inizialmente positivo al test è adesso asintomatico. Per gli altri membri del personale non è stato considerato necessario effettuare il test, in accordo con le autorità sanitarie locali. In totale, 16 persone sono state poste in quarantena, 14 a causa dei contatti avuti con il membro positivo e uno per via di sintomi compatibili con il CoViD-19.

Come precauzione, questi ragazzi resteranno in auto-isolamento per ancora una settimana in modo da scontare il periodo di 14 giorni richiesto dalle autorità sanitarie australiane. Il team sta ricevendo supporto da parte di tre manager che sono rimasti in loco per l’intero periodo.

Da parte del team e di tutto il personale McLaren a Melbourne, vogliamo ringraziare tutti quanti voi per gli auguri, il supporto e l’offerta di curare la spedizione dei materiali. È stato un grande aiuto per mantenere alto il morale della squadra”.


TAGS: formula 1 mclaren f1 gp australia AustralianGP 2020 Coronavirus CoViD-19