Pubblicato il 09/03/2020 ore 12:20

AVVIO TRIBOLATO L'inizio della stagione 2020 di Formula 1 si avvicina a grandi falcate e gli organizzatori del Gran Premio d'Australia, che nella notte tra giovedì e venerdì vedrà scendere in pista le auto per la prima sessione di prove libere, hanno comunicato di prevedere una gara a porte aperte con regolare afflusso di spettatori per tutto il weekend. La decisione è in antitesi con quella presa dagli organizzatori del Gran Premio del Bahrain che, per limitare l'epidemia del virus Covid-19, hanno invece deciso ieri di far disputare il secondo GP dell'anno a porte chiuse.

GP Australia 2019, Melbourne: partenza della gara

ANDARE AVANTI A riferirlo alla stampa è stato Andrew Westacott, CEO della Australian GP corporation, che si attende un afflusso simile a quello dello scorso anno, ovvero oltre 100.000 spettatori nel corso del weekend di gara. ''Non c'è possibilità che i fan della Formula 1 possano essere esclusi dall'assistere alla gara'' - ha spiegato Westacott sulla SEN, un'emittente radiofonica australiana - ''Quando guardi agli 86.000 spettatori al MCG (Melbourne Cricket Ground) di domenica, e a tutti gli spettatori al footy (Football Australiano) della settimana precedente, capisci che dobbiamo andare avanti nella vita, prendendo però le precauzioni necessarie''.

VETTEL E LECLERC Nel frattempo il personale di Ferrari, Alpha Tauri, Pirelli e tutti gli italiani coinvolti nel circus della Formula 1, sono partiti regolarmente per Melbourne, e tutti coloro che arriveranno in Australia saranno sottoposti a screening per il virus non appena atterrati. ''Interessante notare che le uniche due persone a non arrivare dall'Italia saranno Vettel, che parte dalla Svizzera, e Leclerc, che da Monaco arriverà via Nizza. Tutti gli altri stanno arrivando da lì e prevediamo che completino il tutto entro 12-24 ore'' - ha chiosato westacott.


TAGS: formula 1 melbourne f1 2020 GP Australia 2020 AustralianGP 2020 Coronavirus