Coronavirus: l'Australia rassicura, il Bahrain blocca la F2
F1 2020

Coronavirus: rassicurazioni dall'Australia, non dal Bahrain


Avatar di Simone Valtieri , il 28/02/20

1 anno fa - Aggiornamenti sul Coronavirus dall'Australia e dal Bahrain

Aggiornamenti sul Coronavirus. In Australia si invita la popolazione ad andare al GP, in Bahrain problemi anche per la Formula 2

CAOS VIRUS Mentre in pista i test procedono nel loro ultimo giorno tra un tempo con le Soft e una prova di passo gara, il tema centrale resta per tutti in sala stampa e nel paddock quello del Coronavirus, con il possibile rinvio/annullamento di altre tre gare oltre al GP della Cina, ossia Australia, Bahrain e Vietnam. Dall'Australia arrivano però le rassicurazioni circa il normale svolgimento dell'evento inaugurale, previsto per il 13-15 marzo prossimo, proprio nei minuti in cui si decide invece in Svizzera di annullare il Salone dell'auto di Ginevra.

F1, l'Albert Park di Melbourne dove si corre il Gp d'Australia F1, l'Albert Park di Melbourne dove si corre il Gp d'Australia

VEDI ANCHE



AUSTRALIA? TUTTO NORMALE Il Ministro della Salute australiano, Greg Hunt, ha spiegato che il virus arriverà anche in Australia (in realtà i primi casi sono già arrivati il mese scorso e sono stati contenuti) ma ha esortato la gente a continuare con le loro vite normalmente, e nel farlo ha citato proprio il GP di Formula 1. ''Continuate a fare le vostre cose, andate a mangiare al ristorante cinese o andate a vedere partite di calcio, di netball, o il Gran Premio. Il virus a un certo punto arriverà e noi siamo preparati in quanto, anche se non siamo immuni, è importante continuare le proprie attività'' le parole del ministro. 

PANICO BAHRAIN E se dal Vietnam non arrivano invece notizie, in Bahrain la questione è ben più complessa. Nel paese arabo che ha chiuso le frontiere agli italiani e ai cinesi (tra gli altri), ci sono stati 26 casi del virus e domenica dovrebbero partire i test di Formula 2. Eppure i team hanno avuto tantissimi problemi a entrare nel paese, alcuni sono stati trattenuti molto a lungo o sono ancora bloccati in aeroporto, e per quanto riguarda la Formula 1 si stanno considerando rotte alternative, in quanto molti aerei avrebbero dovuto far scalo in Bahrain. Alcune scuderie stanno persino considerando di fare il giro lungo, passando dagli Stati Uniti e volando verso ovest.


Pubblicato da Simone Valtieri, 28/02/2020
Vedi anche
Logo MotorBox