Pubblicato il 13/03/2020 ore 11:00

DUE MESI DI STOP La FIA e la Formula E hanno confermato la decisione di sospendere temporaneamente la stagione 2019/2020 della serie elettrica. La sospensione, legata all'emergenza sanitaria globale del Covid-19, avrà durata di due mesi e segue gli annullamenti già decisi in precedenza degli appuntamenti di Sanya (Cina), Jakarta (Indonesia) e Roma (Italia). A queste si aggiungono ora le gare di Parigi e Seul, inizialmente in programma il 18 aprile e il 3 maggio.

SENTITE LE AUTORITA' In un comunicato pubblicato dalla ABB Formula E si legge: ''La decisione, presa in coordinamento con le autorità locali competenti, di congelare temporaneamente le gare organizzate in città altamente popolate, è stata presa come la linea d'azione più responsabile, a causa della continua diffusione del coronavirus e del fatto che l'Organizzazione Mondiale della Sanità abbia dichiarato ufficialmente il COVID-19 una pandemia. Poiché il benessere dello staff, degli spettatori e dell'intera forza lavoro del campionato è la priorità numero uno, le misure precauzionali messe in atto limiteranno le corse durante un periodo di tempo prestabilito''.

Formula E, immagini della presentazione del primo ePrix a Roma

MESI CON LE BANDIERE Per rendere chiara e immediata la situazione, è stato adottato un metodo che richiama quello delle bandiere usate durante le gare per definire lo status delle gare originariamente in calendario: ''La serie sta implementando un sistema di bandiere tradizionalmente utilizzato negli sport motoristici, per determinare diverse fasi e finestre temporali in cui le gare potrebbero essere riorganizzate o rimanere inalterate. Rosso rappresenta niente gare, giallo che mantiene aperta l'opportunità e verde che procede come previsto. I mesi contrassegnati come bandiere rosse sono marzo e aprile, con maggio attualmente classificato come bandiera gialla e sia giugno che luglio con la bandiera verde, qualora la situazione migliorasse e si stabilizzasse. Come conseguenza della sospensione, non sarà più possibile correre a Parigi e Seul, o Jakarta, come precedentemente annunciato nelle date inizialmente previste. Lavorando in collaborazione con la FIA e le autorità locali in ogni sede dell'evento, la Formula E seguirà da vicino la situazione e valuterà le opzioni per organizzare e riprogrammare le gare a seguito della sospensione temporanea''.


TAGS: fia formula e Coronavirus