Autore:
Salvo Sardina
Pubblicato il 11/03/2020 ore 12:10

TERZO RINVIO Mentre in Formula 1 cresce la preoccupazione per il contagio da coronavirus in un hotel nei pressi del circuito di Melbourne, e si discute sulla possibilità di disputare il tanto atteso Gran Premio sulla nuova pista di Hanoi, in Vietnam, la Formula E si porta (parecchio) avanti e comunica di fatto la terza cancellazione di una tappa già in calendario. A saltare, dopo Sanya e Roma è adesso Jakarta: l’ePrix in Indonesia, che si sarebbe dovuto disputare il 6 giugno, è stato – con una formula che ormai ci stiamo abituando a leggere e sentire – rinviato a data da destinarsi.

Formula E, il Monas di Merdeka Square dove sarà allestito il circuito dell'ePrix di Jakarta 2020

IL COMUNICATOCome stabilito dal governatore di Jakarta, Anies Baswedan – si legge nel comunicato ufficiale della Formula E – e dopo consultazioni con la Fia, con Ikatan Motor Indonesia e con il comitato organizzatore dell’ePrix di Jakarta, non sarà più possibile correre a Jakarta nella data inizialmente prevista nella giornata del 6 giugno 2020. A causa del contagio da CoVid-19 e del crescente numero di casi in Indonesia e a Jakarta, è stata presa la decisione più responsabile, al fine di proteggere la salute e la sicurezza dei partecipanti al campionato, delle maestranze e degli spettatori. Continueremo a monitorare la situazione da vicino in modo da valutare altre possibilità di inserire la gara in un momento successivo della stagione”.

POSSIBILI SOLUZIONI La situazione, come purtroppo noi italiani abbiamo imparato a nostre spese già da qualche giorno, è in continua evoluzione. Tra le idee degli organizzatori sembrerebbe farsi largo l’ipotesi di correre due gare in un solo weekend, eventualmente a porte chiuse, sul circuito Ricardo Tormo di Valencia che in ottobre ha ospitato i test precampionato. In agenda c’è però anche la possibilità di correre due manche nei weekend che restano per il momento (ma si tratta di tappe comunque in bilico almeno per quanto concerne Parigi e Seoul) in calendario. D’altronde, il fatto di correre nei centri storici delle grandi città è allo stato attuale è un boomerang per la categoria full electric.

Formula E, il co-fondatore del campionato, Alberto Longo

PARLA LONGOCon la crescita dei contagi nei Paesi in cui la Formula E avrebbe dovuto correre – ha spiegato il co-fondatore del campionato elettrico, Alberto Longostiamo valutando piani alternativi per mantenere il maggior numero di gare in campionato. È una situazione che si sviluppa giorno dopo giorno, dobbiamo restare realistici e flessibili nel valutare tutte le possibili opzioni che saranno comunicate quanto prima. È possibile che aggiungeremo gare doppie ai weekend già programmati, o che useremo circuiti permanenti per correre, se necessario, anche a porte chiuse seguendo le indicazioni delle autorità locali”.

Clicca qui per il calendario aggiornato del campionato di Formula E.


TAGS: formula e Formula E 2019-2020 ePrix Jakarta Coronavirus JakartaEPrix 2020 Alberto Longo