Autore:
Salvo Sardina
Pubblicato il 06/03/2020 ore 16:40

ARRIVEDERCI ROMA L’Italia si trova da giorni a fronteggiare l’emergenza CoViD-19. Tra le misure per arginare il contagio, il Governo ha disposto la chiusura di scuole e università fino al 15 marzo (ma già si discute di spostare ancora più in là la misura) e il divieto di concerti e manifestazioni sportive a porte aperte fino al 3 aprile. Una data che già lasciava dubbi sulla possibilità che l’ePrix di Formula E previsto a Roma proprio in quel fine settimana si potesse disputare regolarmente. Pochi minuti fa la conferma ufficiale: l’appuntamento elettrico per le strade della Capitale è rinviato a data da destinarsi.

ePrix Roma 2019, Lucas Di Grassi nelle prime battute di gara

IL COMUNICATOCome conseguenza – si legge nel comunicato pubblicato dagli organizzatori della Formula E – dell’emergenza sanitaria in atto in Italia e in accordo con le misure decise dal decreto ministeriale sulle misure per arginare il contagio del CoViD-19 nel Paese, che riguardano anche gli eventi sportivi con ampie folle di spettatori, non sarà possibile disputare l’ePrix di Roma previsto per il 4 aprile 2020. La Formula E, in accordo con le autorità locali e con la Fia e l’Automobile Club d’Italia, lavorerà con i partner del campionato per individuare possibili opzioni per rinviare la gara a una data successiva alla fine delle restrizioni”.

Formula E, ePrix Roma 2019: le macchine schierate nel centro storico della Capitale

ALTERNATIVE? La situazione è evidentemente in continuo aggiornamento e, dopo il rinvio dell’inizio del campionato italiano rally, che avrebbe dovuto debuttare il prossimo fine settimana in Toscana con il Rally Il Ciocco, adesso è anche la Formula E a fermarsi a causa del Coronavirus. Difficile ipotizzare una possibile data per il recupero della tappa romana considerando un calendario già quasi interamente congestionato e che potrebbe sfruttare solo le quattro settimane di pausa tra Seoul e Jakarta per tentare un possibile quanto improbabile recupero. Nel frattempo, gli organizzatori hanno comunicato che i possessori dei tagliandi per assistere all’ePrix dell’Eur saranno contattati nei prossimi giorni, probabilmente per ricevere le istruzioni sul rimborso. Quello di Roma è il secondo ePrix stagionale a saltare dopo quello di Sanya originariamente previsto nel weekend del 22 marzo.


TAGS: formula e eprix roma Formula E 2019-2020 RomeEPrix 2020 Coronavirus