Pubblicato il 13/03/2020 ore 11:30

ALTRO STOP DA COVID-19 A seguito delle misure annunciate dal governo della Repubblica Argentina per prevenire la diffusione del coronavirus nello stato sudamericano, WRC, FIA e Automobil Club Argentino hanno preso di comune accordo la decisione di posticipare il Rally Argentina, in programma dal 23 al 26 aprile.

SI CERCHERA' UNA NUOVA DATA Olvier Ciesla, amministratore delegato del WRC, ha spiegato: ''Comprendiamo la priorità delle autorità argentine per prevenire l'ulteriore diffusione di questo virus nel loro paese, in particolare attraverso eventi in cui un gran numero di persone si incontrano. Ci dispiace per il rinvio e tutte le parti lavoreranno a stretto contatto per identificare una potenziale nuova data per l'evento''. WRC e FIA hanno spiegato di continuare a monitorare la situazione legata all'emergenza coronavirus per quanto riguarda i successivi round del Mondiale, in particolare il Rally Portogallo previsto per maggio e il Rally Italia previsto a giugno.

MESSICO AVANTI TUTTA Nel frattempo, il Rally Messico è regolarmente iniziato con le due prove spettacolo del giovedì sera. Thierry Neuville, su Hyundai i20, è risultato il più veloce entrambe le volte, precedendo l'altro leader del campionato Elfyn Evans, autore del miglior tempo nello shakedown del pomeriggio. I due guidano ovviamente la classifica generale, staccati di 1,1 secondi. Al terzo posto Ott Tanak a 1,9 secondi. I distacchi sono ovviamente ridotti a causa della ridotta distanza (2,24 k in tutto), percorsa finora. La gara riprenderà nel pomeriggio italiano con la SS3 El Chocolate 1, lunga ben 31 km.


TAGS: wrc rally argentina Coronavirus