Pubblicato il 13/03/2020 ore 12:20

LA VOCE DELLA FOM Il capo di Liberty Media e presidente FOM, Chase Carey, ha difeso la decisione di cancellare il weekend del Gran Premio d'Australia presa nella notte dai vertici di Formula 1, FIA e team, dopo che un membro della McLaren era stato trovato positivo al Coronavirus. ''Penso che alla fine siano state prese le giuste decisioni e che abbiamo lavorato bene con i nostri partner'' - ha esordito Carey - ''Ovviamente tutti siamo delusi di non vedere le macchine in pista, ma questi sono tempi difficili e penso che questa fosse la decisione che andava presa''.

F1 GP Australia 2020, Melbourne: il pannello che impone il coprifuoco al personale dei team

LA DECISIONE GIUSTA La decisione è stata lunga e sofferta, ma inevitabile, come sottolinea Carey proseguendo le sue riflessioni: ''È stata una decisione condivisa da noi con la FIA, i nostri partner australiani (gli organizzatori del Gran Premio e le autorità sanitarie dello stato di Vittoria) e con il contributo dei team. Come prevedibile c'erano diversi punti di vista, penso che sia normale, ognuno ha combattuto, ma abbiamo avuto a che fare con i fatti in tempo reale, una situazione veramente molto difficile. Penso che alla fine siamo arrivati alla decisione più giusta''.

Pitlane GP Australia 2020, Melbourne - copyright Pirelli

RAPIDI CAMBIAMENTI E lo scenario in rapida evoluzione all'interno del quale si muovevano le varie pedine non era certo facile, con la presa di posizione di molti governi, la chiusura di rotte aeree (Gli Stati Uniti hanno bloccato ieri i voli con quasi tutta Europa) e anche nel mondo del motorsport piovono cancellazioni e annullamenti. Il resto dello sport era già quasi tutto fermo, gli ultimi a prendere la decisione di chiudere baracca e burattini sono stati i carrozzoni più ricchi: NBA e Champions League. E Formula 1, per l'appunto: ''Penso sia stata presa la decisione giusta, nelle ultime 24 o 48 ore molte cose sono cambiate in molte parti del mondo, le persone viaggiavano tra Europa e USA, ora non possono più farlo, questo è il tipo di problemi che ci troviamo ad affrontare, e vanno prese decisioni efficienti ed efficaci'', ha concluso Carey.


TAGS: formula 1 Chase Carey f1 2020 GP Australia 2020 Coronavirus CoViD-19 AustralianGP