L'ACO posticipa la pubblicazione degli iscritti alla 24 ore di Le Mans
WEC

L'ACO posticipa la pubblicazione degli iscritti alla 24 ore di Le Mans


Avatar di Marco Borgo , il 28/02/22

3 mesi fa - Conseguenze della crisi russo-Ucraina: spostato a Monza il round ELMS di Budapest

Conseguenze della crisi russo-Ucraina: spostato a Monza il round ELMS di Budapest
Benvenuto nello Speciale WEC, composto da 100 articoli. Seleziona gli articoli di tuo interesse cliccando il sommario WEC qui sopra, oppure scorri a fondo pagina la panoramica illustrata dell'intero speciale!

TENSIONE ALTISSIMA Come tutti i settori, anche lo sport sta vivendo con apprensione le vicende militari che vedono coinvolte Russia e Ucraina. A distanza di pochi giorni dall'invasione dell'Ucraina sono state annullate la finale di Champions League che si doveva tenere proprio in Russia mentre la Formula 1 ha cancellato il Gran Premio di Sochi previsto per settembre. I ben noti strascichi stanno andando oltre la massima Formula, dove il pilota Nikita Mazepin e la sponsorizzazione russa al team Haas sono alquanto in bilico. L'Automobile Club de l'Ouest ha annunciato nel pomeriggio il rinvio della pubblicazione ufficiale dell'entry list definitiva degli iscritti alla prossima 24 ore che doveva essere diramata quest'oggi.

QUESTIONI AMMINISTRATIVE Da Le Mans nulla è trapelato e le comunicazioni ufficiali parlano di ritardi dovuti a 'questioni amministrative'. Rimane da capire se vi possa essere un nesso con la rinuncia della Peugeot a gareggiare proprio alla 24 ore a seguito dei ritardi nel programma di test e la richiesta dell'organizzatore di prendere parte quantomeno alla 6 ore di Spa di inizio maggio per definire il Balance of Performance. L'uscita della squadra francese dall'entry list, tuttavia, non sembra questione così difficile da risolvere. Con la nomina dei 62 equipaggi ammessi al via solitamente vengono designate non meno di cinque riserve pronte a subentrare in caso di forfait di qualche team già selezionato come per esempio successo anche l'anno passato. Nei giorni scorsi il team WRT aveva comunicato che avrebbe schierato un'ulteriore Oreca LMP2 per Mirko Bortolotti, Dries Vanthoor e Rolf Ineichen, a dimostrazione che il rimpiazzo della Peugeot era già stato definito. Probabile anche la chiamata in causa di una seconda Corvette in GTE-Pro o di una seconda Glickenhaus. Ulteriore ipotesi riguarda il team di LMP2, G-Drive racing, spinto da sponsorizzazioni russe ora al centro di probabili complicazioni economiche date dalle sanzioni dell'Unione Europea.

ANNULLATA BUDAPEST, DENTRO MONZA Sempre nella giornata odierna è stato comunicato in una nota molto stringata e diplomatica che il round ungherese di Budapest previsto per il 3 luglio è stato spostato nel circuito italiano di Monza conservando la medesima data. La terza tappa stagionale si correrà così in Italia che ospiterà ora due eventi dopo che la prima data prevista per il nostro paese era stata affidata quest'anno ad Imola nella quale si corse fino al 2017. Come l'anno passato la serie europea gareggerà in Lombardia una settimana prima della serie mondiale. Inutile nascondere che lo spostamento del round ungherese si è reso necessario in quanto troppo vicino geograficamente ai luoghi ora teatro degli scontri militari. Quello che è certo è che anche da Le Mans stanno monitorando attentamente lo svilupparsi della questione sperando che il tutto si risolva quanto prima per il meglio e non vi sia la necessità di rivalutare - per il terzo anno consecutivo - lo spostamento della grande classica francese.


Pubblicato da Marco Borgo, 28/02/2022
Tags
WEC
Logo MotorBox