Pubblicato il 24/06/20

MUGELLO IRIDATO Felipe Massa è stato ospite della puntata numero 32 di Radiobox. Il pilota brasiliano, ex di lungo corso del circus tra Sauber, Ferrari e Williams, ha risposto alle nostre domande e si è sottoposto ai nostri giochini fornendoci un parere spassionato e per nulla filtrato sul tracciato del Mugello, che potrebbe entrare a far parte del calendario di quest'anno di Formula 1. Sull'autodromo toscano di proprietà della Ferrari, Felipe ha guidato per la prima volta una vettura del campionato motoristico per eccellenza, nel 2001 al volante di una Sauber, e per l'ultima nei test che hanno visto coinvolti i piloti del mondiale nel 2012, stavolta al volante di una rossa del Cavallino.

LA PISTA PIÙ BELLA DEL MONDO A ricordarcelo è stato lui stesso: ''Il mio primo test in Formula 1 è stato al Mugello, con la Sauber nell'ottobre del 2001, e mi ricordo che è stata una sensazione incredibile'' - ha spiegato Massa - ''A parte essere il circuito più bello in assoluto della storia, è anche la pista più difficile fisicamente per un pilota di Formula 1, con tutte le curve veloci che ci sono, i cambi di direzione, i saliscendi... e con le due ''Arrabbiate'' che sono delle curve veramente incredibili da fare! E quindi alla fine sarebbe molto bello vedere una gara di Formula 1 al Mugello. Peccato non essere più lì, ma sarebbe davvero molto bello''.

SORPASSARE SI PUÒ L'unico dubbio sul tracciato appenninico risiede nella possibilità o meno di effettuare sorpassi, vista la tortuosità del layout e l'unico grande rettilineo presente. Su questo Massa non ha espresso grosse preoccupazioni: ''Con il DRS sarebbe possibile sorpassare nel rettilineo dei box'' - ha sottolineato - ''E magari ci sarà anche il DRS prima dell'ultima curva (la Bucine), non so, comunque credo sia possibile e sicuramente sarà una gara incredibile per tutti i piloti, spero che ci sarà e con i fan, così magari vengo a vederla''.


TAGS: massa mugello formula 1 felipe massa f1 2020 RadioBox F1 Mugello