Pubblicato il 13/10/20

TERZA VITA A un anno e mezzo dall'ultima volta in una macchina di Formula 1 (Aprile 2019 in Bahrain), stamattina il due volte campione del mondo Fernando Alonso si è nuovamente calato nell'abitacolo di un bolide spinto da propulsore Renault, il team di Enstone con il quale ha vinto i suoi titoli e per il quale ha già corso due volte. È servito l'excamotage del filming day per riportarlo al volante di una monoposto di ultima generazione, e così per qualche giro Nando ha potuto girare con la R.S. 20 affidata quest'anno alle cure di Ricciardo e Ocon, iniziando - di fatto - la sua terza vita sportiva.

Filming Day Renault a Barcellona, 13 ottobre 2020, Fernando Alonso

FANTASTICO Il prossimo anno la scuderia si chiamerà Alpine, ma la macchina sarà un'evoluzione di quella che oggi ha lasciato sensazioni bellissime all'asturiano, che ha completato 21 giri (100 km è il limite massimo consentito) sul circuito del Montmelò di Barcellona, laddove aveva praticamente iniziato la sua avventura in Formula 1 con i primi test nell'abitacolo di una Benetton. ''È stato fantastico poter guidare quest'auto dopo due anni e sentire di nuovo la velocità - ha esordito Alonsocome tutto va così veloce, curva dopo curva, le prestazioni in frenata e tutte le cose che una vettura di Formula 1 ha da offrire. Sentirlo ancora una volta era bello Ovviamente è stato speciale tornare a Barcellona'' - prosegue Alonso - ''Ricordo l'anno 2000, ho guidato qui la Benetton con i ragazzi di Enstone. Ora, nel 2020, torno al volante della Renault, e poi su una pista speciale, ho molti bei ricordi qui. È una pista che conosco molto bene. La maggior parte della giornata è stata utilizzata per fare riprese con alcuni droni in pista e alcune azioni dietro la telecamera. Allo stesso tempo, si trattava di lavorare con la squadra per fare un paio di giri e testare sedile, volante e pedali. Sono i primi passi verso il prossimo anno''.

Filming Day Renault a Barcellona, 13 ottobre 2020, Fernando Alonso

A CASA Alonso ha parlato anche delle sensazioni ricevuto dall'auto che la scorsa domenica è salita sul podio al Nurburgring. ''Penso che sia stata una bella sorpresa. Sappiamo che la macchina si sta comportando bene nelle ultime due gare e ho sentito il grip e, sicuramente, un buon potenziale. L'ultima volta che ho guidato un motore Renault è stato nel 2018 e ho potuto toccare con mano i passi avanti. Tutto andava bene, non ho potuto massimizzare le prestazioni perché dovamo andare al passo, ma sono contento della giornata. A Enstone mi sono sentito a casa già dal primo giorno. C'è questa atmosfera, tutto è così semplice e logico. Mi trovo bene con la Renault. Molte delle persone che hanno lavorato oggi, hanno lavorato come meccanici quando già correvo per loro, e quando riconosci i volti tutto diventa un po' più facile''.

Filming Day Renault a Barcellona, 13 ottobre 2020, Fernando Alonso

MANTENERE LO SLANCIO Fernando ha spiegato di aver assistito al podio di Ricciardo in TV: ''Guardo ogni gara, mi calo nel weekend anche da lontano, seguo ogni giro, e il podio di domenica è stato molto meritato. Sono così felice per tutti. Cyril (il team principal Abiteboul) potrebbe essere un po' preoccupato per il tatuaggio ma, a parte questo, è stato un momento fantastico. Ho scritto un messaggio per congratularmi e poi ho trattenuto il dito finché Daniel non ha tagliato il traguardo. Non volevo inviarlo in anticipo per non portare sfortuna''.  Infine Alonso ha detto una parola sulle sue aspettative: ''So di cosa sia capace la squadra e so che le prospettive per il futuro sono buone. Il podio prima o poi doveva arrivare, la cosa più importante è proseguire su questa strada, mantenere lo slancio anche il prossimo prossimo anno, specialmente in vista del 2022, e penso che sappiamo come farlo''.


TAGS: renault barcellona formula 1 fernando alonso f1 2020 Filming day