Pubblicato il 27/09/2020 ore 14:40

EL DIABLO È TORNATO Una gara amarissima per i colori italiani, protagonisti all'inizio con Franco Morbidelli e Valentino Rossi, e poi beffati da Fabio Quartararo, che è tornato a vincere dopo la doppietta iniziale di Jerez, ancora una volta in terra spagnola. Terzo successo dell'anno per il francese che ora guida la classifica iridata con 8 punti di margine su Joan Mir, che oggi è stato bravissimo ed è salito sul podio, secondo, insieme al compagno Alex Rins, terzo. Tornando agli italiani: Rossi è caduto rovinosamente quando era secondo e sembrava stesse rimontando su Quartararo; Morbidelli ha subito un drop radicale di gomma e nel finale è stato passato dalle due suzuki chiudendo quarto. E Dovizioso? L'ex leader del mondiale è caduto al primo giro, steso dalla moto di Johann Zarco dopo una bella partenza in cui aveva superato 7-8 piloti. Buona invece la gara di Pecco Bagnaia, sesto alla fine (partiva 14°) dietro a Miller, e discreta quella di Petrucci, ottavo. 

Gli orari tv del weekend di Barcellona | Tutte le info e i risultati del GP Catalunya 2020 | Classifica piloti e costruttoriCalendario MotoGP 2020

Sessione terminata. Rivivi il Gran Premio di Catalunya 2020 classe MotoGP con la nostra cronaca minuto per minuto.

15.55 - Ed è tutto per questa tappa! Fabio Quartararo torna in vetta al mondiale e l'unico che resta aggrappato è Joan Mir, due giovanissimi che a questo punto diventano anche i favoriti per questo stranissimo mondiale, dal quale ha abdicato Rossi con la caduta, mentre conservano qualche chance - ma a patto che cambino marcia - Vinales e Dovizioso, oggi rispettivamente 9° e ritirato. Morbidelli e Bagnaia salvano il bilancio italiano, ma in classifica si staccano ancora di più. Grazie a tutti per averci seguito, l'appuntamento è tra due settimane a Magny Cours!

15.53 - E tocca a Fabio Quartararo, protagonista di oggi con la sua terza vittoria in carriera: ''Ho quasi distrutto la gomma oggi, era completamente finita e sappiamo che le Suzuki sono migliori con il grip a fine gara, già lo abbiamo visto, ieri è stato importantissimo per partire davanti. Oggi non ho cominciato benissimo ma poi ho fatto sorpassi puliti, e quando si riesce a farlo in rettilineo si hanno le carte giuste per vincere. Ho sofferto molto l'ultimo mese, non esser etornato sul podio da Jerez, non è stato semplice per la mia testa, quindi vorrei ringraziare la mia famiglia e tutte le persone che mi sostengono''.

15.51 - Ora Joan Mir, che con un giro in più avrebbe ripreso sicuramente Quartararo: ''Oggi molto molto bene, abbiamo fatto una gara bella, veramente un peccato però alla fine, Fabio aveva un drop molto forte e io ero più veloce di lui, ma non ce l'ho fatta a superarlo. Però sono contento di questo podio per me e per il team, hanno fatto un incredibile lavoro, è un momento importante per noi, dobbiamo continuare a lavorare in questa direzione''.

15.49 - Ma eccoli i tre protagonisti di oggi, sentiamo cos'hanno da dire. Iniziamo con il terzo classificato, Alex Rins, che si è appena fermato a omaggiare il murales dedicato al suo amico Luis Salom, scomparso proprio sulla pista catalana: ''Non è stata facile, così come anche i weekend precedenti, tre gare di fila e non sono al 100% fisicamente a causa della spalla infortunata, ma sono molto contento, ero indietro in griglia, ho cercato di restare concentrato e recuperare passo dopo passo, dedico la gara Luis e a tutte le famiglie che stanno soffrendo per questo virus''.

15.47 - Tante attese e tanta delusione per gli italiani alla fine, l'unico a gioire è Davide Brivio, team manager della Suzuki, una delle moto più equilibrate del lotto, che ne mette due sul podio! Morbidelli 4°, Bagnaia 6°, Petrucci 8°, caduti Rossi e Dovizioso.

15.45 - Questa è la classifica finale, nel tweet del team LCR. El Diablo vince sulla pista dov'era arrivato il suo primo podio in carriera, e ora torna ad avere i galloni di favorito per il titolo. Peccato per la caduta di Rossi quando era secondo a 7 decimi dal francese, averebbe avuto la possibilità di vincere, soprattutto visti i tanti crolli di gomma nel finale.

15.43 - Fabio Quartararo torna in testa al mondiale con questa vittoria, la terza in carriera! Ora ha 8 punti di margine su Joan Mir, sono loro a giocarsi il mondiale. Staccato Vinales a 17 punti, con Dovizioso, oggi caduto alla prima chicane, quarto a 24 punti.

15.42 - Vince Fabio Quartararo! Con il gruppo che si ricompatta alla fine! Dietro di lui Mir è a solo 1'', serviva un giro in più! Terzo Alex Rins, quarto Morbidelli, poi Miller, Bagnaia, Nakagami, Petrucci e Vinales che termina alla fine nono davanti a Crutchlow!

15.41 - Comincia l'ultimo giro. Bagnaia ha ripreso e passato Miller e non è lontano da Morbidelli! Lo ripassa però Miller! 

15.40 - Guida sulle uova Quartararo, Mir è a 2''2, non dovrebbe riprenderlo, ma il francese non deve sbagliare. Rins intanto supera Morbidelli e mette fuori dal podio anche l'ultimo italiano rimasto in lotta.

15.39 - Due giri al termine ora, arriva l'attacco di Mir che passa Morbidelli! E dietro è arrivato Rins! Le Suzuki sono on fire! Quartararo ha ancora 2''5 di margine su Mir!

15.38 - Tre giri al termine, Morbidelli si difende su Mir che è pericolosissimo!

15.37 - Mir ha ripreso Morbidelli, Rins è a 1'' da entrambi. Davanti sempre 2''6 per Quartararo il vantaggio. Girano tutti sopra l'1.42 ora, le gomme sono finite! Nakagami intanto ha passato Petrucci ed è settimo.

15.36 - Quattro giri alla fine. 2''6 di vantaggio per Quartararo su Morbidelli, poi Mir a quattro decimi dall'italiano, patisce un po' anche Mir.

15.35 - Ed eccolo Alex Rins che passa Miller e si mette in quarta posizione, con non troppo distante il suo compagno di squadra Alex Mir, che ancora non ha ripreso Franco Morbidelli. Davanti Quartararo ha ancora 2''9, sta perdendo un po' da Morbidelli e fatica anche lui.

15.34 - Cinque giri al termine, guida sulle uova Fabio Quartararo, il ritmo migliore al momento in pista lo hanno le due Suzuki, Mir ma soprattutto Rins, unico che riesce a girare ancora comodamente sotto l'1.42.

15.33 - Cade ora Miguel Oliveira. Cinque giri dal termine con Quartararo che ha 3''5 su Morbidelli e si sta formando un quartetto alle sue spalle con l'aggiunta anche di Mir, Miller e Rins. Bagnaia, sesto, è con Petrucci e Nakagami invece.

15.32 - Le cadute agevolano anche Vinales, che sale in 11° posizione, ora nella top ten ci sono anche Taka Nakagami 8°, Oliveira 9° e Binder 10°.

15.31 - Sta facendo bene intanto Pecco Bagnaia, che del secondo gruppetto è il più veloce, ha passato ora Petrucci e approfittato delle due cadute recenti per prendere la sesta posizione.

15.30 - Ha finito le gomme Morbidelli, Mir sta tornando sotto velocissimo e il distacco da Quartararo sta salendo rapidamente. Jack Miller ha ancora aspirazioni di podio...

15.29 - Joan Mir approfitta di un errore di Jack Miller per diventare terzo, e ora mette nel mirino Franco Morbidelli, là davanti a 1''3, con l'italiano che perde molto ora da Quartararo, 3'' il ritardo!

15.28 - La perde nel cambio di direzione alla prima chicane. Stava tornando sotto a Quartararo il dottore, che butta così nel cestino i suoi sogni iridati...

15.27 - Caduto Valentino Rossi!!! 

15.26 - 9 giri al traguardo. Fabio Quartararo sempre primo con 8 decimi su Valentino Rossi e 2''5 su Franco Morbidelli. Poi Miller e Mir in battaglia tra loro. 

15.25 - Joan Mir è tornato sotto a Jack Miller! Attenzione perché lo spagnolo nel finale ci ha abituato a grandi cose!

15.24 - Errore di Franco Morbidelli!!! Rischia di prendere in pieno Quartararo, va lungo alla prima curva e viene infilato da Rossi, però si salva e torna in pista terzo a 1''2 da Rossi.

15.23 - Ormai sono in tre davanti. Jack Miller ha mollato, è a 1.8 da Rossi. I primi tre sono sempre racchiusi in meno di un secondo e mancano 11 giri al termine!

15.22 - I primi tre si ricompattano un po': sono in sette decimi! Intanto si sdraia Pol Espargaro che per restare davanti a Petrucci alla curva 1 si stende!

15.21 - La gara è ancora lunghissima, negli ultimi giri è atteso un degrado importante delle gomme posteriori. Miller si stacca un po' dai primi tre, è ora a 1''2 da Rossi. I primi tre raccolti in 8 decimi ora!

15.20 - 13 giri al termine. tre decimi tra Quartararo e Morbidelli, Rossi a 6 decimi da Morbidelli!

15.19 - Danilo Petrucci è in lotta con Pol Espargaro, settimo l'italiano ora davanti allo spagnolo.

15.18 - 14 giri al termine, Quartararo giro veloce! Prende un minimo di margine su Morbidelli e Rossi. Miller tiene botta e resta a 7 decimi da Rossi, con Mir a 1.3 da Miller.

15.17 - Dietro di loro intanto Binder supera prima Oliveira e poi Bagnaia e si mette in nona posizione con la sesta nel mirino.

15.16 - Vediamo cosa farà ora Quartararo, se riuscirà a scappare. Per ora Morbidelli resta lì, con Rossi vicino. Miller è a 8 decimi da Rossi.

15.15 - 16 giri al termine, Quartararo attacca Morbidelli e lo passa all'ingresso di curva 1! Primo il francese, poi Morbido e Rossi. Miller cerca di restare sotto mentre si stacca un po' Mir.

15.14 - Nota a margine: Tutti con le Soft davanti e dietro i piloti di testa, l'unico con una media all'anteriore è Pol Espargaro.

15.13 - Quartararo si fa minaccioso negli scarichi del compagno di team Franco Morbidelli. Rossi prova a non mollare...

15.12 - Si chiude un altro giro, 18 al termine. Tutto invariato nei primi cinque, mentre sesto è ora Rins che ha passato Pol Espargaro. Dietro di loro Petrucci, Bagnaia e Oliveira tutti attaccati.

15.11 - Le posizioni dei primi quattro sono le stesse della partenza: Morbidelli, Quartararo, Rossi e Miller. Mir è sempre quinto e attende... 

15.10 - 19 giri al termine ora, Fabio Quartararo sorpassa Rossi sgondolandogli sulla carena!! Secondo il francese, terzo Rossi, davanti sempre Morbidelli!

15.09 - 20 giri al termine e si riduce il margine di Morbidelli su Rossi, ma anche quello di Rossi su Quartararo. Intanto è Miller che fa il giro veloce e si avvicina portandosi dietro Mir. Sono cinque quelli che lottano per il podio.

15.07 - 21 giri al termine, Morbidelli, Rossi, Quartararo, Miller, Mir, Pol Espargaro, Rins, Petrucci, Bagnaia e Oliveira i primi dieci. Vinales è 15°, Dovizioso è ritirato.

15.06 - Morbidelli, Rossi e Quartararo sono separati tra loro di mezzo secondo. Miller non si sta ancora staccando dal terzetto di Yamaha. Giro veloce ancora per Quartararo. Occhio a Mir, quinto e sornione...

15.05 - Fabio Quartararo sta tornando sotto ai primi due, giro veloce per lui in 40.7!

15.04 - Finito il secondo giro, Duello tra Rins e Petrucci che si sorpassano, mentre davanti tentano la fuga Morbido e Rossi, con Quartararo che è però lì! Vinales intanto è precipitato in 16° posizione.

15.03 - Morbidelli e Rossi transitano per primi al termine del primo giro, poi Quartararo, Miller, Mir, Rins, Pol Espargaro, Petrucci, Aleix Espargaro e Bagnaia. Pol passa Rins e diventa sesto, Bagnaia passa Aleix e diventa nono alla prima curva del secondo giro!

15.02 - Dovizioso cade!!! Grande partenza dell'italiano che però è stato preso in pieno da Zarco! Fuori entrambi! Rossi passato da Miller ma nel corso del primo giro torna sull'australiano e passa anche Quartararo, mettendosi dietro a Morbidelli, scattato invece benissimo dalla pole!

15.01 - Ci siamo, i piloti usciti dall'ultimo curvone si vanno a schierare. Eccoli, ognuno sulla propria casella, tutto è pronto per la partenza... Morbidelli-Quartararo-Rossi davanti, Miller-Vinales-Zarco in seconda, Bagnaia e Dovizioso nelle retrovie, si spengono i semafori... VIAAA!!!!

14.58 - Due minuti alla partenza, la questione gomme è come sempre importantissima. Se fino a stamattina tutti o quasi erano orientati a montare una gomma soft sia all'anteriore che al posteriore, le temperature più alte del pomeriggio potrebbero indurre qualcuno a optare per una media al posteriore. Sono intanto tutti partiti per il giro di formazione, siamo a un passo dal via di questa importantissima gara! 

14.55 - Ma andiamola a vedere nel dettaglio questa griglia di partenza, che vede tre Yamaha nella prima fila con Morbidelli, Quartararo e Rossi. In seconda fila le due Ducati di Miller e Zarco con in mezzo Vinales. Terza fila aperta dalla KTM di Pol Espargaro, in compagnia di Mir e Petrucci, poi in quarta altre due KTM, Bindere e Oliveira, con in mezzo la Honda di Nakagami. Male ieri gli altri due ducatisti italiani, con Bagnaia 14° e Dovizioso solo 17°.

1a Fila 1. Morbidelli    
  Yamaha 2. Quartararo  
    Yamaha 3. Rossi
2a Fila 4. Miller   Yamaha
  Ducati 5. Vinales  
    Yamaha 6. Zarco
3a Fila 7. P. Espargaro   Ducati
  KTM 8. Mir  
    Suzuki 9. Petrucci
4a Fila 10. Binder   Ducati
  KTM 11. Nakagami  
    Honda 12. Oliveira
5a Fila 13. Rins   KTM
  Suzuki 14. Bagnaia  
    Ducati 15. A. Espargaro
6a Fila 16. Crutchlow   Aprilia
  Honda 17. Dovizioso  
    Ducati 18. A. Marquez
7a Fila 19. Lecuona   Honda
  KTM 20. Bradl  
    Honda 21. Smith
8a Fila 22. Rabat   Aprilia
  Ducati    

14.51 - Torniamo alla MotoGP! Non c'è, ovviamente Marc Marquez, il cui ritorno è previsto per le ultime gare del mondiale, e dunque è tutto apertissimo, con quattro piloti in quattro punti in classifica, ma con Andrea Dovizioso, il leader della classifica, che scatterà nelle retrovie, soltanto 17°. Un'occasione d'oro per Fabio Quartararo (2° in griglia), Maverick Vinales (5°) e Joan Mir (8°), che nella classifica iridata lo seguono rispettivamente a uno, uno e quattro punti. Ma occhio a Franco Morbidelli, poleman e a 20 punti in classifica da Dovizioso, punti persi ''tutti'' non per colpa sua (un guasto tecnico e due cadute, centrato da altri piloti). E in tutto questo occhio al Dottore, caduto lo scorso fine settimana e che oggi scatterà in prima fila dalla terza casella, fresco di firma di contratto con la Yamaha Petronas per il 2021.

14.48 - Prima di calarci nella serie regina, diamo però un'occhiata a quanto accaduto stamattina nelle altre serie. In Moto3 è arrivato il doppio podio per Tony Arbolino e Denis Foggia, dietro al sud africano Darryn Binder, fratello di Brad, alla prima vittoria in Moto3. Ritirato Arenas che cede la prima posizione in classifica al giappoense Ai Ogura. Ma è nella Moto2 che arrivano le cose migliori per l'Italia, con la grandissima affermazione di Luca Marini al termine di una gara tiratissima in cui sorpassa Sam a due giri dal termine, involandosi verso la fuga in classifica. Marini ha infatti ora 20 punti su Enea Bastianini, oggi comunque buon sesto, e 35 su Marco Bezzecchi (settimo). Sul podio con lui e Lowes sale un altro italiano, il bravissimo Fabio Di Giannantonio, terzo solitario per tutta la gara.

13.45 - Buongiorno a tutti cari amici di Motorbox, mancano appena 15 minuti e i 22 piloti della MotoGP daranno vita al Gran Premio della Catalunya a Barcellona, ottavo appuntamento su quattordici di questo mondiale ristretto dal Covid-19. Rispetto alla scorsa settimana, quando ha vinto Maverick Vinales davanti a Joan Mir e Pol Espargaro, tutti e tre gli spagnoli partiranno fuori dalla prima fila, dove troveremo due italiani e un francese.

 

 


TAGS: yamaha suzuki barcellona gara ducati rossi motogp dovizioso marquez circuit de catalunya vinales Rins Bagnaia Morbidelli Quartararo MotoGP 2020 GP Catalunya 2020 diretta MotoGP Live MotoGP CatalanMotoGP 2020 Montmelà GP Catalogna 2020