Schumacher lungo ai box: "Ci siamo un po' spaventati"
F1 2021

Schumacher, errore al pit: "Ci siamo tutti un po' spaventati..." - VIDEO


Avatar di Salvo Sardina , il 10/05/21

4 mesi fa - Mick si conferma in crescita, batte il compagno ma confessa l'errore ai box

Il figlio del leggendario Michael si conferma in crescita: batte sia in qualifica che in gara il compagno Nikita Mazepin, ma confessa di aver avuto paura per l'errore ai box

CRESCITA COSTANTE Tra le sorprese positive di questo primo scampolo di stagione, Mick Schumacher sta a poco a poco prendendo confidenza con la Formula 1. Il tedeschino figlio del leggendario Michael sette volte iridato, dopo l’errore in regime di Safety Car a Imola, ha iniziato a inanellare prestazioni convincenti: dapprima, a Portimao, sorpassando in pista la Williams di Nicholas Latifi – considerata in questo momento ben più performante rispetto alla sua Haas VF-21 – confermandosi in crescita anche a Barcellona. Nel Gp di Spagna, Schumi Jr. ha infatti battuto in qualifica il rivale canadese centrando un’isperata penultima fila, senza però riuscire a ripetersi la domenica in gara, quando Latifi e Alonso sono transitati sul traguardo con circa 15 secondi di vantaggio.

F1 GP Spagna 2021, Barcellona: Mick Schumacher (Haas F1 Team) prima del via F1 GP Spagna 2021, Barcellona: Mick Schumacher (Haas F1 Team) prima del via

VEDI ANCHE



ERRORINO AI BOX Per Mick è rimasta dunque la bella soddisfazione di aver ancora battuto il compagno Nikita Mazepin, in enorme difficoltà in questo inizio di campionato e finito al centro delle critiche per aver ostacolato Lewis Hamilton in una fase di doppiaggio. Ma, al di là del rimprovero radio di Toto Wolff, ciò che fa più male al debuttante russo è il distacco dal tedesco: quasi sette decimi in qualifica, quasi 50 secondi in gara. Le difficoltà della Haas, però, non permettono a “Schumino” di gongolare troppo, con il campione in carica della Formula 2 che, anzi, si è reso protagonista di un piccolo errore ai box che ha per qualche secondo destato preoccupazione all’interno del garage del team statunitense…

LUNGO IN PIAZZOLA Durante il primo pit-stop di gara, Schumacher è infatti arrivato lungo ai box costringendo l’addetto al carrello che solleva l’anteriore della monoposto a fare un bel balzo indietro per evitare conseguenze peggiori. Un momento di paura che è però stato prontamente superato con il meccanico che ha subito mostrato il pollice (video sopra) per tranquillizzare Mick. “È stata una gara molto più difficile – ha spiegato Schumacher a Sky Germania dopo la bandiera a scacchi – di quanto ci aspettassimo. C’è anche un po’ di frustrazione, il pit-stop ci ha spaventati un po’ tutti. Dobbiamo analizzare cosa sia successo in quel momento, ma la cosa importante è che i ragazzi stiano bene. Sembra che io sia rientrato più veloce rispetto a quanto fatto nelle prove libere. Non è stato un momento semplice, ma comunque è anche da questo che si impara e vedere la bandiera a scacchi mi ha permesso di fare ancora più esperienza”.


Pubblicato da Salvo Sardina, 10/05/2021

Gallery
Vedi anche
Logo MotorBox