Pubblicato il 06/10/20

LA SERIE Da qualche giorno è uscita su Amazon Prime Video, la docu-serie “Fernando” che ripercorre le ultime stagioni della variegata carriera di Fernando Alonso. Il pilota asturiano ha lasciato la Formula 1 a fine 2018 con l’obiettivo di raccogliere fortune a Le Mans, a Indianapolis e alla Dakar. Impresa riuscita solo parzialmente nel Wec, grazie a due vittorie della 24 Ore e a un titolo mondiale, mentre risultati alterni sono invece arrivati dal catino di Indy e dal rally raid più duro al mondo, dove il bicampione F1 ha però ben figurato tra i rookie della categoria. Storia recente del motorsport che è proprio l’oggetto della narrazione della serie Amazon, con le telecamere che hanno seguito l’ex Ferrari in questo anno e mezzo di avventure sportive così diverse rispetto alla dorata routine della F1. Dakar 2020: Fernando Alonso (Toyota)

IL PIÙ COMPLETO E mentre scalda i motori per il ritorno in grande stile nel circus, con una Renault che nel 2020 sta dimostrando di aver imboccato la giusta direzione, Fernando si gode il successo del “suo” documentario. In occasione della presentazione alla stampa, il campione di Oviedo ha commentato il claim della serie, che lo definisce come uno dei piloti di Formula 1 più completi di sempre. “Devo dire di essere d’accordo – ha spiegato lo spagnolo – perché mi considero abbastanza completo. Mi darei un voto 9 in tutti i campi…”.

VOTO 9Forse – ha proseguito Alonso – c’è un pilota più veloce sul bagnato o in qualifica o in partenza, uno che è migliore di me singolarmente in uno di questi aspetti. Ma credo di essere vicino alla vetta in tante circostanze e in tante categorie diverse. Quando lotti per il campionato, è una caratteristica importante su cui poter fare affidamento. Durante la mia carriera, sono sempre stato al vertice, con i motori V10 o i V8, con le Michelin o le Pirelli. Anche con la pioggia mi sono sempre trovato bene e, adesso che ho provato altre esperienze come il Rally Dakar e mi sono confermato tra i migliori, sono stato sorpreso da me stesso. Salire in macchina ed essere in grado di stare al comando della Indy500 è stata un’altra bella sorpresa. Ho scoperto di essere in grado di adattarmi a ogni macchina, a ogni circostanza o categoria del motorsport e ho sfruttato questa caratteristica a mio vantaggio. Sono consapevole dei miei limiti, provo a nasconderli per non offrire appigli ai miei rivali. Ma ovviamente sono consapevole anche delle mie qualità e provo a sfruttarle. E forse è in questo che sono più bravo di tanti altri”.


TAGS: formula 1 fernando alonso f1 amazon prime Fernando