Scatta la stagione 2022 da Sebring
WEC

Scatta la stagione 2022 da Sebring


Avatar di Marco Borgo , il 15/03/22

2 mesi fa - Nel week end il prologo in Florida dove le Toyota sono parse nascondersi

Nel week end il prologo in Florida dove le Toyota sono parse nascondersi
Benvenuto nello Speciale WEC, composto da 100 articoli. Seleziona gli articoli di tuo interesse cliccando il sommario WEC qui sopra, oppure scorri a fondo pagina la panoramica illustrata dell'intero speciale!

VIA DA SEBRING Si disputerà questo fine settimana, per la precisione venerdì, la prima gara stagionale del FIA World Endurance Championship 2022. La prima corsa dell'anno, la 1000 miglia di Sebring, si terrà nel contesto della classica 12 ore della Florida di metà marzo, gara quest'ultima che fa parte della serie endurance nord-americana in attesa di una probabile unificazione quando i regolamenti LMDh entreranno in vigore anche nell'IMSA. La gara si svilupperà sulla lunghezza di 8 ore e sarà la prima delle sei prove in calendario. Dopo la trasferta americana si tornerà in Europa con il classico binomio 6 ore di Spa e 24 ore di Le Mans. La quarta tappa si disputerà per la seconda volta in Italia, a Monza, per proseguire poi verso Fuji e Bahrain dove si tornerà a competere per 8 ore anziché le canoniche 6.

PEUGEOT ASSENTE L'atteso sbarco della Peugeot, al rientro nell'endurance targato Le Mans dopo aver abbandonato nel 2011 all'alba del nascente campionato mondiale, è stata ritardata. Il marchio francese ha avuto problemi nei test e si trova costretto a saltare suo malgrado anche le prime due tappe europee, Le Mans inclusa. Probabile il debutto nel mese di luglio a Monza. A tentare di controbattere alla Toyota nella classe assoluta vi saranno Glickenhaus e Alpine, ma ricordiamo che queste non sono allo stesso livello tecnico per competere nell'interezza di gara. Forse per questo la casa nipponica si è nascosta nel prologo andato in scena questo fine settimana sempre a Sebring. O forse una responsabilità ce l'ha anche l'innalzamento da 120 a 190kmh della soglia di intervento della trazione integrale. Quattro quindi saranno in totale le vetture inquadrate nella classe Hypercar prima dell'approdo di Peugeot, previsto per metà estate. Nuovo ruolo in seno alla Toyota per Kazuki Nakajima che lascia il volante alla riserva Ryo Hirakawa per seguire da dirigente il reparto corse mentre Kamui Kobayashi sarà team manager e pilota al tempo stesso.

toyota hypercar toyota hypercar

PREMA PARTE FORTE A comandare nella prima giornata di test è stata la new entry vicentina. La Prema sbarca così nel mondo dei prototipi in partnership con Iron Lynx schierando un'Oreca LMP2 per Lorenzo Colombo, Louis Deletraz e Robert Kubica. Da tenere d'occhio il campione del mondo Rally Sebastien Ogier, si dice collegato a Toyota per il futuro, che correrà nella categoria minore con il Richard Mille Racing. Anno di rodaggio anche per il team Penske, che prepara le basi per la collaborazione da squadra ufficiale Porsche in LMDh schierando una Oreca per gli ufficiali Dane Cameron e Felipe Nasr al fianco di Emmanuel Collard. Due auto ciascuno per i top team United Autosport e Jota. Due vetture anche per il WRT, campione in carica e vincitore di Le Mans lo scorso anno. Completano lo schieramento Vector Sport, che avrà l'ex Indycar Sebastien Bourdais, InterEuropol, ARC Bratislava, Algarve Pro - orfana della vettura gestita come G-Drive Racing - e AF Corse.

af corse af corse

CORVETTE CONTRO PORSCHE E FERRARI Il marchio americano torna a schierarsi tra gli ufficiali di classe Pro, Ferrari e Porsche. E' stata quest'ultima a siglare le migliori prestazioni nei test collettivi americani. Le compagini tedesche ed italiane avranno ciascuna due vetture mentre dall'America è attesa una sola Corvette a tempo pieno. Nella classe Am, dopo il disimpegno in forma ufficiale dell'Aston Martin, rimane presente il marchio inglese tramite i privati Northwest AMR, D'Station e TF Sport. Ancora Ferrari e Porsche tramite AF Corse, Iron Lynx (confermato il progetto Iron Dames), Dempsey e Project1. Italiani sempre presenti con Antonio Fuoco promosso quest'anno sulla 488 ufficiale mentre sulla seconda vettura continua Alessandro Pierguidi. Sul fronte Porsche ritroviamo Gimmi Bruni. In classe Am gareggeranno Francesco Castellacci, Matteo Cairoli, Riccardo Pera, Giancarlo Fisichella e Matteo Cressoni. Promosso invece in LMP2 il campione Alessio Rovera. 


Pubblicato da Marco Borgo, 15/03/2022
Tags
Gallery
WEC
Logo MotorBox