Pubblicato il 27/01/21

CONNUBIO RED BULL E ORECA Sarà la partnership tra una divisione del team di Formula 1 Red Bull racing e il costruttore di sport-prototipi per eccellenza, la francese Oreca, a fornire i telai per la nuova classe di vetture alimentate ad idrogeno che dovrebbe fare il suo ingresso nel mondiale endurance a partire dalla stagione 2024. Il progetto è stato appoggiato dall'Automobile Club de l'Ouest, l'organizzatore della 24 ore di Le Mans tanto che una prima vettura si è già vista in pista sul circuito di Spa.

MISSION H24 La propulsione ad idrogeno è una delle tante idee per il futuro delle gare endurance. Stando a quel poco di certo che è dato sapere, le vetture vorrebbero gareggiare per il successo assoluto, ma bisogna capire come vivranno la battaglia con le nascenti LMH e LMDh (vetture basate sul regolamento IMSA, ndr). Verranno destinate ad una classe riservata, al pari delle LMP2, o verranno inserite nella categoria di riferimento?

mission h24

ALIMENTAZIONE AD IDROGENO La nuova tecnologia non poteva che vedere la partnership tra un marchio sempre alla ricerca di nuove sfide, quale è la Red Bull, e un costruttore di prototipi che potesse dare tutte le garanzie derivate dalla sua vasta esperienza pregressa. A breve dovrebbe essere tolta anche la riserva se il motore sarà unico per tutti, diventando così di fatto un monomarca per team privati, o se i costruttori interessati potranno sviluppare il proprio propulsore.

MOTORSPORT SOSTENIBILE ''L'esperienza, le tecnologie e le competenze di cui disponiamo ci mettono in condizione di affrontare la sfida che l'idrogeno a Le Mans rappresenta - ha commentato il CEO di Red Bull Advanced Technologies, Christian Horner - questo offre nuovi scenari per un motorsport che diventi sostenibile nel futuro con l'inevitabile travaso di tecnologia che ne deriverà sui veicoli stradali di tutti i giorni''.


TAGS: le mans red bull hydrogen WEC oreca