LMDh: Lamborghini sceglie Bortolotti e Caldarelli
ENDURANCE

LMDh: Lamborghini sceglie Bortolotti e Caldarelli


Avatar di Marco Borgo , il 21/07/22

3 settimane fa - I due italiani sono i primi ufficiali scelti per guidare le hypercar bolognesi

I due italiani sono i primi ufficiali scelti per guidare le hypercar bolognesi
Benvenuto nello Speciale WEC, composto da 100 articoli. Seleziona gli articoli di tuo interesse cliccando il sommario WEC qui sopra, oppure scorri a fondo pagina la panoramica illustrata dell'intero speciale!

PILOTI UFFICIALI Continuano gli annunci ufficiali da parte del reparto corse della Lamborghini circa il nuovo progetto sportivo che vedrà il marchio italiano al via delle principali serie endurance a partire dal 2024 con vetture Hypercar. Oggi sono stati comunicati i nomi dei primi due piloti scelti per guidare le vetture, per la precisione LMDh, nelle persone di Mirko Bortolotti e Andrea Caldarelli. I due, già piloti ufficiali di punta tra la rosa dei 'factory driver' di Sant'Agata, vedono così premiato il loro impegno in questi anni con il marchio italiano suggellato da numerosi successi nelle competizioni a ruote coperte. Precedentemente i vertici del management sportivo di Lamborghini avevano svelato il nuovo impegno nel WEC lo scorso maggio, ufficializzando nelle settimane successive la partnership con Ligier per la produzione dei telai. I programmi sportivi paralleli nel WEC e nell'IMSA saranno gestiti totalmente da team privati a cui dalla casa madre verrà dato pieno supporto.

LE PAROLE DI SANNA ''Siamo particolarmente orgogliosi di annunciare Mirko e Andrea come primi piloti per il programma LMDh – commenta Giorgio Sanna, Lamborghini Head of Motorsport - entrambi hanno contribuito in modo fondamentale al raggiungimento di risultati storici per Lamborghini in ambito GT e l’inserimento nel progetto LMDh premia anche la continuità del loro impegno nella famiglia Squadra Corse. Sono sicuro che il loro talento ed esperienza saranno un valore aggiunto per essere competitivi nella classe regina dell’endurance. Una scelta di assoluta garanzia dunque per Lamborghini puntare sui propri piloti più esperti e competitivi per il collaudo e lo sviluppo delle vetture, peraltro cresciuti nei programmi junior F1 di Ferrari e Toyota e da diverse stagioni al servizio del marchio italiano.

ONORE E RESPONSABILITA' ''Sono estremamente felice di proseguire il mio percorso con Lamborghini – commenta Bortolotti - e di includervi un emozionante nuovo capitolo. E sono grato a Squadra Corse tanto per aver reso possibile il progetto LMDh, quanto per la fiducia incondizionata nei miei confronti fin dal 2014. Rappresentare il marchio sul più importante palco dell’endurance racing e competere per la vittoria assoluta nelle grandi classiche di durata è sia un onore sia una responsabilità''. Gli fa eco Caldarelli: ''Sono felicissimo di fare parte del programma, che è veramente fantastico, e in generale di questa nuova sfida di Lamborghini Squadra Corse.  Già nel 2017, quando ho iniziato a correre per Lamborghini avevo l’obiettivo di coronare il mio sogno d’infanzia: correre con il mio marchio automobilistico preferito nelle gare endurance più prestigiose. Ho avuto la possibilità di correre al Circuit de la Sarthe nel 2022, vincendo entrambe le manche della Road to Le Mans con la Huracán GT3 ed era stato speciale. Non vedo l’ora di tornarci al volante di una LMDh''.


Pubblicato da Marco Borgo, 21/07/2022
Tags
WEC
Logo MotorBox