Autore:
Federico Sardo

BMW SEMPRE PIÙ ELETTRICA Oggi all’evento #NextGen di Monaco di Baviera (oltre a BMW Vision DC Roadster), BMW ha presentato Vision M NEXT, la concept car plug-in ibrida che anticipa qualche dettaglio sul futuro del marchio tedesco. Il pensiero a un'erede della BMW i8 sorge spontaneo, ma è solo una parte dell’ampia strategia che prevede l’immissione sul mercato entro il 2023 di 25 modelli tra elettrici e ibridi (tra questi la Mini elettrica).

I PIANI E BMW VISION M NEXT I tempi insomma si sono accorciati di due anni rispetto a quanto annunciato precedentemente, e l’obiettivo è quello di avere una quota di elettriche vendute pari al 30% del totale entro il 2025. La nuova concept Vision M NEXT, che ricorda chiaramente un’icona di BMW come la M1, ha numeri e caratteristiche all’insegna della sportività e dell’innovazione. Vediamoli più nel dettaglio.

SPECIFICHE Il powertrain è ibrido e presenta un motore elettrico per ogni asse, oltre a un benzina a quattro cilindri dedicato alle ruote posteriori. La potenza complessiva è di 600 CV per un passaggio da 0 a 100 km/h in meno di tre secondi e una velocità massima di 300 km/h. Inoltre BMW Vision M NEXT, grazie a batterie molto performanti, può viaggiare a emissioni zero per 100 chilometri, con una sola carica.

GLI ESTERNI Per quanto riguarda l’estetica, la concept car si presenta molto aggressiva, con porte ad ali di gabbiano e l’alternanza tra il colore argento e l’arancione che accentua la sportività di fari e prese d’aria laterali. Tutti i gruppi ottici sono basati sulla tecnologia Laser Wire. Potete ammirare il tutto nella nostra fotogallery.

GLI INTERNI Passando agli interni, la pelle è sostituita da materiali hi tech come il titanio anodizzato e le fibre sintetiche. I sedili sono realizzati con materiali memory foam. Il riconoscimento del pilota e del suo assetto di guida preferito si basa sul riconoscimento facciale, come lo sblocco delle portiere. Notevole, tra gli interni, anche il porta bicchieri con giroscopio per evitare di rovesciare le bevande anche quando si corre a tutta velocità. Infine è al massimo della tecnologia anche la strumentazione, che prevede due schermi sul volante, uno schermo curvo sulla plancia e un head-up display con realtà aumentata a occupare l'intero parabrezza. Un'ultima curiosità: come vi abbiamo già raccontato più nel dettaglio, i suoni di BMW Vision M NEXT sono stati curati nientemeno che dal notissimo compositore Hans Zimmer.


TAGS: concept car bmw auto elettriche ev plug-in hybrid bmw vision m next auto elettriche bmw bmw ev