Autore:
La Redazione

IMPERDIBILE Sembra che alle Case auto i motor show interessino di meno. Più fico prenotare un tavolo al Consumers Electronics di Las Vegas, alla milanese Design Week e ad altri appuntamenti extrasettore. C'è una manifestazione che resiste alla tendenza ed è Ginevra. Eleganza, stagionalità e neutralità territoriale fanno della kermesse svizzera una ricorrenza unica al mondo, e per la quale i Costruttori (tutti) volentieri si prenotano, e pure indossano l'alta uniforme. Eppure quest'anno ci sono delle eccezioni: da Ford a Hyundai, passando per Jaguar e Volvo, tanto per fare qualche nome. 

SIAMO SUL CAMPO La macchina organizzativa del Geneva International Motor Show è all'opera dal giorno stesso la chiusura dell'evento 2018: l'edizione numero 89 (7-19 marzo 2019) è al via, e come sempre Motorbox è sul campo. Vi aggiornerà in diretta su ogni news di prodotto, sulle informazioni logistiche, su tutto ciò che riguarda il Salone dell'auto più importante che ci sia.

BIGLIETTI Visitare il Salone di Ginevra 2019 costa 16 franchi svizzeri (circa 14 euro) per un adulto, 9 CHF (7 euro) per minori dai 6 ai 16 anni, pensionati ed invalidi, 11 CHF (9 euro) a persona per gruppi di almeno 20 unità. Sconto del 50%, infine, sugli ingressi successivi alle 16. È possibile acquistare il ticket anche online dal sito web ufficiale. Padiglioni aperti dalle 10 alle 20 dal lunedì al venerdì, e dalle 9 alle 19 il sabato e la domenica.

NOVITÀ AUTO/1 Nonostante le defezioni, Ginevra rappresenta il salotto buono del mercato dell'auto europeo. Quest'anno c'è una gradita new entry: ecco Polestar, il marchio elettrico sportivo inaugurato dalla Volvo. Protagonista dello stand è Polestar 2, berlina zero emission che nelle intenzioni, dal 2020, rivaleggerà con Tesla Model 3: 500 km di autonomia, 40.000 euro di listino. Ma andiamo in ordine alfabetico: per restare in tema, Audi porta a Ginevra il prototipo di baby Suv elettrico, BMW concentra i propri sforzi invece su nuova Serie 3 Touring e su restyling Serie 7, anche ibrida, così come la X5. C'è anche nuova Serie 1? Presto lo scopriremo, ma difficile pensare sia così, con Francoforte in programma a settembre. Sarà invece di scena nuova BMW M3.

NOVITÀ AUTO/2 L'elettrificazione è il tema del giorno, e così anche Honda porta alla rassegna elvetica la versione preserie di Urban EV, compatta grimaldello per entrare prepotenti nel settore. Subaru invece presenta, oltre a una concept, i suoi primi modelli mild hybrid, che dovrebbero essere la Levorg e la nuova Forester. Svolta ibrida anche per Jeep che presenta Renegade, Compass e Wrangler elettrificate, mentre Alfa Romeo presenta l'ultimo aggiornamento di Giulietta (2019) insieme a qualcosa di più succoso che riguarda il futuro: è la concept della nuova 8CMercedes usa Ginevra per la prima europea di CLA Coupé, la prima mondiale del van elettrico EQV concept, della CLA Shooting Brake e della GLC restyling. Mitsubishi Engelberg Tourer Concept il nome dell'elettro-Suv destinato a riscrivere dinamica e design dei Tre Diamanti: merita una visita. Massimo interesse per l'esordio di nuova Renault Clio, motori diesel e benzina ma anche l'ibrida (appassionante il derby tutto francese con nuova Peugeot 208), così come in fermento è il pubblico Skoda, ansioso di conoscere il terzo (il più piccino) sport utility del marchio, nome di battaglia Kamiq, oltre ovviamente a Scala, alterego Golf in salsa ceca. Altri spunti? Toyota Supra - Il ritorno, nuova Ssangyong Korando, lo zero-emission- concept Volkswagen I.D. Buggy, la nuova Passat 2019. E poi Pininfarina Battista, hypercar elettrica da 1900 cv (!) e uno 0-100 km/h sotto i 2 secondi. 

NOVITA' AUTO/3 E ancora: Citroen guarda al futuro con Ami One, concept elettrica orientata alla mobilità urbana, Mitsubishi svela il restyling del SUV compatto ASX, mentre dalla Spagna giungono tre concept: due griffate Seat e una Cupra, un SUV coupé che sarà il primo modello "nativo" del marchio. Lexus porta la LC Convertible vista a Detroit, Mazda la nuova Mazda 3 e la MX-5 30th Anniversary.

NOVITÀ AUTO/4 Chiudiamo questa carrellata col settore super-lusso. A Ginevra Bentley (che nel 2019 festeggia il centenario) toglie i veli a una special edition commemorativa su base Continental GT e presenta il SUV Bentayga Speed, Aston Martin resuscita il brand Lagonda e lo appiccica a un Suv a propulsione elettrica, Lamborghini aggiorna la sua "entry level" e se ne esce con una strabiliante Huracan Evo da 640 cv. Porsche scopre la sua icona: nuova 911 Cabriolet (in anteprima europea) non è rivoluzione, ma squisita evoluzione. Dalla Cavallina al Cavallino: Ginevra palcoscenico di Ferrari F8 Tributo, erede di 488.

FUORICATEGORIA E i carrozzieri? Rispondono come sempre presente, insieme a designer, startup, preparatori e tutto ciò che esce dal mainstream. Qualche nome? Gumpert Nathalie Race (Supercar), Fornasari 311 GT "Gigi", un misterioso prototipo firmato Ginetta, Piech Mark Zero (elettrica da 610 cv), Puritalia Berlinetta (supercar) e il prototipo Sven di Share2drive.

AMARCORD Dal Palexpo si esce sempre con il mal di testa. Ma è un mal di testa sano, dovuto alla mole e alla bellezza delle novità. Di seguito, il link alle edizioni passate.

Salone di Ginevra 2018

Salone di Ginevra 2017

Salone di Ginevra 2016

Salone di Ginevra 2015

Salone di Ginevra 2014


TAGS: salone di ginevra salone di ginevra 2019 ginevra 2019 ginevra 2019 novità ginevra 2019 info