Pubblicato il 02/03/2020 ore 18:00

VIDEO REVEAL Anche se in forma virtuale e non reale (c'è il Coronavirus, da Ginevra tutti a casa), l'attesa è stata ripagata. È proprio Alfa Romeo Giulia GTA, il modello col quale il Biscione festeggia i 110 anni dalla nascita del marchio. E di che si tratta? A conferma dei rumors circolati nelle ultime settimane Giulia GTA è una Giulia Quadrifoglio ancor più estrema. Appendici aerodinamiche ad hoc, peso ridotto, motore V6 biturbo da 2,9 litri portato a 540 CV di potenza. Nuova Giulia GTA, ma anche Giulia GTAm... In gallery, il video ufficiale del reveal mondiale.

Alfa Romeo Giulia GTA

È LEI È LEI Il messaggio è chiaro: per un anno speciale, un'auto speciale. Un modello celebrativo ad alte prestazioni (anzi, due modelli) che si riallacci alla tradizione Alfa Romeo. Design affascinante, tecnica sopraffina. Performance, ovviamente, fuori dall'ordinario, e non solo per una berlina. Ecco Giulia GTA e Giulia GTAm in dettaglio.

ESTERNI Rispetto a Giulia Quadrifoglio standard, Giulia GTA si riconosce per il paraurti in fibra di carbonio, le appendici aerodinamiche e le grandi prese d'aria, così basse da sfiorare terra. Sia la carreggiata anteriore che quella posteriore sono state allargate di 50 mm. Per la prima volta su una berlina, ecco inoltre cerchi in lega d'alluminio monodado (20 pollici), dietro i quali intravedere i dischi carboceramici firmati Brembo. Sulla fiancata, il logo Quadrifoglio sul passaruota anteriore, il badge Autodelta di fianco alle feritorio inferiori, la bandiera tricolore sulle calotte specchi retrovisori. Al posteriore, infine, il grande alettone regolabile di Giulia GTAm, lo scivolo in carbonio e il doppio scarico centrale in titanio by Akrapovic.

Alfa Romeo Giulia GTAm, sedili con cinture a 6 punti

INTERNI Il cruscotto è rivestito interamente in Alcantara, Giulia GTAm si distingue inoltre per un abitacolo a due soli posti con rollbar posteriore: sedili monoscocca in fibra di carbonio con cinture Sabelt a sei punti. Un'auto da corsa in prestito alla strada, non per niente alla progettazione hanno preso parte anche gli ingegneri Sauber.

TECNICA Grazie al ricorso a materiali ultraleggeri come il lexan, impiegato per lunotto e finestrini laterali, il peso di Giulia GTAm (sigla che sta per Gran Turismo Alleggerita modificata) è addirittuta di 100 kg inferiore a quello della Quadrifoglio con cambio manuale, per un totale di 1.520 kg ed uno straordinario rapporto peso/potenza di 2,82 kg/cv (il migliore della categoria). Eccoci quindi al motore: il V6 biturbo da 2,9 litri cresce così fino alla potenza di 540 cv (+30 cv rispetto a Giulia Quadrifoglio), proiettando Giulia GTAm da 0 a 100 km/h in 3,6 secondi (-0,3 secondi). 

Giulia GTAm, berlina da corsa prestata alla strada

TIRATURA Giulia GTA e GTAm verranno prodotte in una serie limitata di 500 esemplari numerari. Un'auto per pochissimi fortunati, insomma, un instant classic per collezionisti il cui prezzo potrebbe alzarsi di parecchio rispetto a quello della Quadrifoglio. Una scelta che giova al prestigio del marchio, ma non alla soddisfazione degli appassionati. Che certo la vorrebbero vedere a lungo, nel listino Alfa Romeo. Le prenotazioni, nel frattempo, sono aperte.


TAGS: alfa romeo alfa romeo giulia alfa romeo giulia quadrifoglio Ginevra 2020 alfa romeo giulia gta giulia quadrifoglio gta