SENZA SOSTA Continuano senza sosta i test invernali della nuova Mercedes Classe C, già vista non più tardi di una decina di giorni fa dalle parti della Svezia, nel corso di una serie di test nel rigido clima di quella zona. Nel fine settimana, invece, la berlina tedesca è stata sorpresa a correre al Nurburgring.

PIATTAFORMA NUOVA Nome in codice W206, la nuova Mercedes Classe C non cambia dimensioni rispetto al modello precedente, ma la piattaforma su cui è costruita è la nuova MRA2 (Mercedes Rearwheel Architecture, seconda generazione), usata anche per Classe E, più leggera e con alcuni componenti condivisi con la piattaforma EVA (Electric Vehicle Architecture), utilizzata per i prossimi modelli elettrici della serie EQ.

Mercedes Classe C impegnata al Nurburgring

TANTI MOTORI IN ARRIVO La nuova Classe C sarà mossa dai motori quattri cilindri già disponibili nel modello attualmente a listino, ma è attesa una nuova generazione di propulsori a sei cilindri, alimentati a benzina e a gasolio. Tra questi, con ogni probabilità arriverà anche il 3.0 da sei cilindri in linea a gasolio presentato lo scorso anno sulla nuova Classe S, capace di erogare 286 CV e 340 CV (con una e due turbine, rispettivamente). Il sei cilindri benzina dovrebbe invece generare la bellezza di 400 CV. Inevitabile, visto il periodo, il debutto di una versione plug-in hybrid con un’autonomia in elettrico - dichiarata - di ben 100 km.

PIÙ ELETTRICITÀ Il sistema elettrico della nuova Classe C sarà a 48V, come la Classe S, una soluzione che permette di alimentare il climatizzatore e una turbina elettrica senza consumare carburante. Addio anche ai fari a xenon, che verranno sostituiti da quelli a LED, offerti in alternativa a quelli tradizionali, di serie. Per quanto riguarda gli aiuti alla guida, oltre all’ultima versione del pacchetto di assistenza già disponibile su Mercedes Classe S, la Classe C potrà essere parcheggiata nel box utilizzando lo smartphone.

SCHERMO PIÙ GRANDE Per quanto riguarda l’interno, invece, i cambiamenti si preannunciano molto più radicali che all’esterno: nel nuovo modello dovrebbe arrivare uno schermo touch da 30cm di larghezza, con pulsanti virtuali che vengono ingranditi quando ci si avvicina con la mano per toccarli, ma senza il supporto per i comandi con i gesti. La nuova Classe C verrà presentata a Ginevra, quando avremo l’opportunità di mostrarvi tutte le novità in cantiere per la nuova berlina tedesca.


TAGS: video spia Ginevra 2020 Mercedes Classe C 2021