Pubblicato il 03/03/2020 ore 17:42

TANTE PICCOLE NOVITÀ Restyling di metà carriera per il piccolo SUV di Suzuki, che dal non salone di Ginevra si presenta in veste completamente rinnovata: debutta un nuovo motore 1.2 DualJet e tecnologia Suzuki Hybrid, con amperaggio aumentato da 3 a 10Ah. Un incremento di capacità che permette al sistema ibrido di intervenire in maniera più efficace a sostegno del motore termico, a tutto vantaggio di consumi ed emissioni. Per l’occasione, debutta anche la versione con cambio CVT.

COME CAMBIA FUORI... Le novità all’esterno si concentrano principalmente nella nuova griglia anteriore a cinque feritoie verticali e nei nuovi paraurti, oltre che per una serie di nuove colorazioni. La forma degli elementi cromati riprende la firma luminosa delle luci diurne, mentre nella parte bassa troviamo un nuovo pannello di protezione dagli urti. I fendinebbia sono collocati più in alto e leggermente incassati, e così meglio protetti dai piccoli urti. Tre nuovi colori per la carrozzeria: Avorio Nairobi metallizzato, Giallo Nepal (entrambe disponibili solo con il tetto nero) e Verde Dublino metallizzato.

Nuova Suzuki Ignis Hybrid 2020: visuale laterale

... E DENTRO Cambia parecchio l’interno, dove le plastiche bianche della plancia sono state sostituite da altre di colore nero, rendendo il colpo d’occhio più gradevole. Sempre a contrasto i colori delle plastiche della cornice del tunnel centrale e delle maniglie delle porte. 

NUOVO MOTORE Il nuovo quattro cilindri benzina, omologato 6D, ha una potenza massima di 83 CV e una coppia di 107 Nm. Il sistema ibrido è composto, come sul modello precedente, dall’Integrated Starter Generator, che fa da alternatore, motorino di avviamento e motore elettrico. L'ISG è alimentato da un nuovo pacco batterie di dimensioni identiche, ma con un amperaggio che passa da 3 a 10Ah. La nuova motorizzazione sarà adottata da tutta la gamma Ignis, che in questa versione avrà anche - su richiesta - il cambio automatico CVT.

I nuovi interni di Suzuki Ignis Hybrid 2020

TRAZIONE INTEGRALE Nuove tarature delle sospensioni hanno portato all’aumento dell’altezza complessiva da terra di 1 centimetro. La trazione integrale sfrutta il collaudato sistema a giunto viscoso AllGrip Auto, che trasferisce coppia alle ruote posteriori non appena quelle anteriori perdono aderenza; la trazione è associata al mantenimento della velocità in discesa (Hill Descent Control) e alla gestione intelligente della trazione (Grip Control).

EMISSIONI E CONSUMI In attesa di una prova su strada, prendiamo per buoni i dati dichiarati da Suzuki, che nel ciclo NEDC parlano di una riduzione consistente sia del consumo di carburante che delle emissioni di CO2. Nella fattispecie, la nuova Ignis con trazione anteriore e cambio manuale consuma 3,9 l/100 km ed emette 89 g/km di CO2, con un miglioramento del 9% rispetto al modello attuale. Per la versione a trazione integrale i valori diventano 4,2 l/100 e 95 g/km, con una riduzione nell'ordine del 10%, percentuale valida anche per il modello con cambio automatico.

Cambia anche l'impianto ibrido di Suzuki Ignis Hybrid 2020

LISTINO Il listino di Nuova Ignis Hybrid si compone di due versioni: 

  • COOL comprende fari full LED, fendinebbia, cerchi in lega da 16” neri, vetri posteriori oscurati, climatizzatore, sistema d’infotainment con schermo 7” touch screen, Apple CarPlay, Android Auto, retrocamera, sedili anteriori riscaldati, sedili posteriori scorrevoli e sdoppiati 50:50 e sensore crepuscolare.
  • TOP aggiunge apertura e avviamento keyless, climatizzatore automatico, navigatore satellitare, alzacristalli elettrici posteriori, frecce integrate nei retrovisori, volante in pelle e cruise control con limitatore di velocità. Di serie anche i sistemi di guida semiautonoma “attentofrena”, “guidadritto”, “restasveglio”

PREZZI, QUANDO ARRIVA La nuova Ignis Hybrid 2020 arriverà sul mercato solo ad aprile, ma può già essere ordinata in tutte le versioni disponibili: con cambio manuale o automatico, con trazione anteriore oppure integrale e volendo anche a GPL. I prezzi? Ignis Hybrid 1.2 2WD Cool con cambio manuale costa 16.500 euro, che diventano 17.750 euro nell’allestimento Top. 18.950 euro per il modello con trazione integrale, 19.250 euro con trazione anteriore e il cambio automatico CVT.


TAGS: nuova suzuki ignis Ginevra 2020 gims 2020 ignis hybrid