Pubblicato il 09/03/2020 ore 13:15

SI RIGENERA DA SÈ Una gomma il cui battistrada si rigenera mentre guidi: ecco la prima e più eclatante caratteristica del nuovo concept Goodyear reCharge, un'innovazione che potrebbe essere epocale nel mondo delle ruote per auto. Avrebbe dovuto debuttare al Salone di Ginevra 2020, che come sappiamo è stato cancellato per il Coronavirus, ma vediamo insieme di che si tratta. Decisamente avveniristica nei suoi concetti base, che possiamo vedere anche nel video che pubblichiamo, Goodyear reCharge sfrutta capsule di gomma liquida da inserire nel mozzo. Una volta messa la cartuccia, la gomma fluisce fino al battistrada per rigenerarlo e mantenerne costante lo spessore.

TELA DI RAGNO La gomma impiegata è biodegradabile al 100%, ma resistentissima, perché sfrutta una mescola derivata dalla seta dei ragni: uno dei materiali più forti che ci siano. Il bello è che la mescola nel suo insieme può essere ottimizzata in funzione delle necessità del momento o delle preferenze del guidatore. Per esempio potrebbero esserci mescole estive, invernali e quattro stagioni. Capsule con mescole messe a punto per i climi di una specifica area geografica o per uno specifico modello d’auto. O, ancora, capsule che dosano tutti questi parametri in base alle esigenze dell’automobilista o di una flotta di veicoli. Finisce la gomma? Cambia la stagione? Sostituisci la cartuccia e sei pronto a ripartire.

PERSONALIZZATA Ogni automobilista potrebbe avere un proprio profilo: ci penserebbe un'intelligenza artificiale dedicata ad aggiornarlo, con le informazioni raccolte durante l'utilizzo della gomma così da poter offrire, successivamente, una mescola personalizzata su misura. “Goodyear vuole che il pneumatico possa rispondere in modo ancora più efficace alle esigenze specifiche di mobilità degli automobilisti, dice Elena Versari, Sales GM Consumer di Goodyear Italia. “Quest’ambizione ci ha guidato nella creazione di un pneumatico concept che guarda a un futuro in cui la mobilità sia sempre più personalizzata”.

ANTI-FORATURA Il battistrada sarebbe sostenuto da un telaio leggero non pneumatico, dalla forma alta e stretta: una costruzione sottile e robusta, che richiede poca manutenzione e che eliminerebbe i problemi legati alla foratura e ai cali di pressione. Un vantaggio sia per gli automobilisti sia per i gestori delle flotte di auto a noleggio o di car sharing. Ruote “for life” e cartucce di ricambio per il battistrada: è questo il futuro delle gomme per auto?


TAGS: ruote gomme cerchi goodyear pneumatici ricambi Ginevra 2020 goodyear recharge