Pubblicato il 07/01/2020 ore 16:37

ANNO NUOVO... Da un virtuale piedistallo alle vetrine dei concessionari, il grande passo è quasi completato. Nel frattempo, Alfa Romeo Giulia 2020 è ordinabile e configurabile dal sito internet del marchio del Biscione: la ''vecchia'' edizione sarà in vendita fino al 31 dicembre in promozione straordinaria, da gennaio ogni Giulia nuova di zecca avrà invece tutte le caratteristiche delle quali vi abbiamo parlato in occasione della prima prova. Bene, quale versione scegliere? Perché al netto delle numerose analogie, il listino qualche differenza la riporta pure. Ecco una mini-guida per portarsi a casa una Giulia su misura.

Alfa Romeo Giulia 2020: cambia poco, cambia il giusto

...GIULIA NUOVA Breve ripasso delle modifiche adottate dal restyling di metà percorso. Esternamente, Alfa Romeo Giulia è pressoché tale e quale a prima: nuovo assortimento di colori, cerchi di nuovo disegno, stop. Meglio così, auto che piace non si cambia. Lo stacco col passato è invece in abitacolo: nel cestino dei rifiuti il display precedente (oggetto di critiche causa tecnologia inferiore alle tedesche), spazio a un nuovo schermo da 8,8 pollici ad alta risoluzione e con interfaccia a sfioramento. Oggi che anche l'infotainment è al pari con gli studi, oltre che elegante e ben proporzionata Giulia è anche una berlina ben digitalmente equipaggiata. 

MOTORI Sciolte le riserve e accettata l'idea di mettersi in garare un esemplare, il primo dilemma è tra alimentazione diesel o benzina. La risposta è figlia innanzitutto del tasso di chilometraggio annuo: gasolio per le percorrenze superiori ai 15.000 km, benzina per un uso non così intensivo. E per togliersi lo sfizio di domare 200 cavalli o anche 280, a seconda dello step del 4 cilindri 2.0 Turbo. Quattro invece i livelli di prestanza del 2.2 Turbo Diesel: 136 cv, 160 cv, 190 cv, 210 cv. Non cambia solo la potenza, cambia anche l'allestimento (vedi successivi paragrafi).

Giulia 2020, finalmente un infotainment all'altezza dei competitor

TRASMISSIONE Qualsiasi versione di Giulia MY2020 è attrezzata di serie di cambio automatico sequenziale a 8 rapporti AT8. Trazione posteriore per tutte, tranne due: Giulia 2.0 Turbo Benzina 280 cv, Giulia 2.2 Turbo Diesel 210 cv, varianti per le quali è prevista la trazione integrale Q4. Per potenze superiori, un maggiore grado di aderenza non fa male.

ALLESTIMENTI/1 Eccoci al passaggio decisivo. L'assortimento è come sempre assai completo, tutto dipenda dalle preferenze indivuduali, se orientate al comfort o all'immagine sportiva. Al prezzo di 40.000 euro esatti, la entry level (2.2 Turbo Diesel 136 cv ''Giulia'') è già provvista di cerchi da 16 pollici, fari posteriori a LED, infotainment Alfa Connect 8,8'' Multitouch con aggiornamenti over-the-air, clima bizona, selettore modalità di guida DNA, e come sistemi di assistenza, frenata automatica di emergenza con riconoscimento pedoni, avviso superamento linea di corsia (Lane Departure Warning) e allerta rischio tamponamento (Forward Collision Warning). 

Giulia 2020 nella nuova livrea Verde Visconti

ALLESTIMENTI/2 Immediatamente sopra la versione base si colloca l'allestimento Super, (43.000 euro) anch'essa associata unicamente alla 2.2 TD 136 cv: proiettori allo Xenon, cerchi da 17 pollici, sensori di parcheggio posteriori e integrazione con Apple CarPlay ed Android Auto. Si passa poi alla versione Business (navigatore e Active Cruise Control), da 44.000 euro. A seguire (47.000 euro) Giulia Sprint (esterni e interni più sportivi), da 48.000 euro Giulia Executive (sistemi ADAS di secondo livello come Driver Attention Assist e Lane Keeping Assist), per concludere col top dell'eleganza di Giulia Ti (sigla che sta per ''Turismo Internazionale''), 55.000 euro e coppia fissa col 2.2 TD 190, e di sportività con Giulia Veloce, solo per 2.0 Turbo 280 cv e 2.2 TD 210 cv. Alfa Romeo Giulia Quadrifoglio? Non ancora a catalogo, sarà disponibile nel corso del 2020.

PROMOZIONI? Offerte vere e proprie, per nuova Giulia ancora non attive. Alfa Romeo propone sulla versione base un finanziamento in 48 mesi, rate da 375 euro a un tasso fisso del 5,8%, anticipo di 9.830 euro, valore di riscatto 10.819 euro. Ma si può sempre scegliere anche il leasing. L'importante, è avere in testa quale Giulia scegliere come ''morosa''.


TAGS: alfa romeo berline guida all'acquisto alfa romeo giulia 2020