LEI PER PRIMA A EICMA 2019 riflettori puntati su TMAX, certamente, ma attenzione anche alla nuovissima e aggressiva Yamaha Tracer 700. La crossover di media cilindrata della Casa di Iwata si rinnova profondamente nel look ma anche nella sostanza, a partire dal motore Euro5, prima moto ad usare la nuova versione del motore CP2 da 689 cc.  

SGUARDO CATTIVO Guardandola è impossibile non partire nell’approfondimento partendo dall’estetica. I designer Yamaha hanno completamente riprogettato il frontale e le semi-carene laterali, optando per il family feeling. Il faro sdoppiato, con luci di posizione e anabbaglianti a LED (stessa tecnologia anche per le nuove frecce), ricorda da vicino quello delle sportive di casa R1 e R6. Nuovi anche il cupolino, che si raccorda con il serbatoio per offrire maggior riparo al pilota, e il parafango anteriore; rimane invariato invece il posteriore quasi per dare un segno di continuità.Nuova Yamaha Tracer 700: il nuovo frontale

PIÙ ECOLOGICO L’altra grande novità è ovviamente la versione aggiornata alle normative Euro5 dell’apprezzatissimo CP2. Yamaha non ci ha ancora comunicato i dati precisi di potenza e coppia massima ma nel suo comunicato alla stampa dichiara che, nonostante le stringenti normative, il motore rimarrà brioso e parco nei consumi. Questi rimangono ridotti anche grazie al ridotto peso in ordine di marcia: appena 196 kg.

ORA SI REGOLA Per i piloti più sensibili la possibilità di regolare l’assetto della propria moto in base alle esigenze è un aspetto fondamentale. La nuova Tracer permetterà, grazie ad una nuova cartuccia, di intervenire sul setting del precarico molla e sull’estensione, stesse regolazioni anche per il monoammortizzatore.

Nuova Yamaha Tracer 700: agilità e piacere di guida rimangono al top

MIGLIOR ERGONOMIA Meno visibili, ma non per questo meno importanti, sono le modifiche approntate all’ergonomia della nuova Yamaha Tracer 700. Il manubrio è stato allargato di 34 mm – a tutto vantaggio del controllo – la sella ha un nuovo design nella porzione del passeggero mentre il parabrezza sarà ora regolabile anche in movimento, con una mano sola, variando la posizione di 60 mm. Migliora anche la strumentazione, ora a colori e comandabile tramite i nuovi blocchetti elettrici sul manubrio.

QUANDO E QUANTO Tracer 700 sarà disponibile in Icon Grey; Sonic Grey; e Phantom Blue e nei concessionari Yamaha a partire da febbraio 2020. Il prezzo ancora non è stato dichiarato ma verosimilmente rimarrà allineato a quello attuale, attorno ai 9.000 euro.

 


TAGS: Yamaha Tracer 700 eicma 2019 yamaha eicma 2019 yamaha tracer 700 prezzo yamaha tracer 700 opinioni